contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara: mozione di sfiducia dell'assessore Rossi, Signorini: ''La mia fiducia non è in discussione''

2' di lettura
2032

stefania signorini

"Il rapporto di fiducia con ogni assessore è una prerogativa esclusiva del sindaco, non è un’opzione del consiglio comunale e il mio rapporto fiduciario con l’assessore Clemente Rossi non è in discussione". Così il sindaco Stefania Signorini commenta la mozione di sfiducia dell’assessore all’Urbanistica di Falconara sulla questione del bypass, presentata da alcune forze d’opposizione.

"La mozione non ha alcun fondamento – aggiunge il primo cittadino – ed è una evidente strumentalizzazione politica, ma mi offre l’occasione per ristabilire la verità: siamo contrari al bypass, che potrebbe essere accettabile solo se propedeutico all’arretramento. Lo stesso ingegner Mauro Moretti, all’epoca amministratore delegato del gruppo Ferrovie dello Stato, al Consiglio comunale aperto del 2008 sostenne che il bypass avrebbe potuto essere il primo stralcio di un arretramento della ferrovia, come risulta anche dai verbali e come hanno potuto ascoltare anche alcuni rappresentanti dell’attuale opposizione.

Non ci siamo mai allontanati da questa posizione. Quanto alle cosiddette compensazioni, ossia opere che avrebbero compensato il danno arrecato al territorio, la partita con Rfi era stata chiusa dalle amministrazioni che hanno preceduto la prima legislatura di Goffredo Brandoni. Lo stesso Brandoni nel 2009 ha partecipato all’ultimissima conferenza dei servizi quando era già stato tutto deciso e il potere dell’amministrazione comunale, allora come ora, era praticamente nullo.

La Giunta Brandoni però si è attivata prendendo contatti con i vertici di Rfi e Italferr per riaprire la partita focalizzando l’attenzione su tutto ciò che riguarda la viabilità e le opere connesse. Questo confronto è stato avviato nell'ottica di non ottenere nulla nella malaugurata ipotesi che i lavori andassero avanti, nonostante la nostra dichiarata contrarietà. L’attenzione si è concentrata in particolare sugli ampi spazi di verde pubblico da restituire alla città in conseguenza dello smantellamento degli scali ferroviari, già previsto nel progetto Rfi".



stefania signorini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-02-2019 alle 16:59 sul giornale del 01 marzo 2019 - 2032 letture