Falconara: attacco al presidente Brandoni, la replica di Fiorentini: ''Contestazioni infondate''

2' di lettura 14/03/2019 - Sono "contestazioni infondate" quelle mosse dall’opposizione al presidente del Consiglio comunale Goffredo Brandoni. A sostenerlo è Giorgia Fiorentini, presidente della commissione Ambiente ed ex presidente del Consiglio, che si esprime con questi termini sulla base di quanto previsto dal regolamento comunale.

L’amministrazione risponderà puntualmente alle contestazioni con un documento che sarà inviato alla Prefettura, ma intanto Fiorentini ritiene che il comportamento dei rappresentanti di minoranza sia solo un pretesto per giustificare, anche con la stessa Prefettura, il loro ostruzionismo all’ultima commissione Ambiente.

"La protesta strumentale dell’opposizione – dice Fiorentini – ha avuto come unico effetto il blocco dell’iter per l’esame del Piano di emergenza esterna (Pee) dell’Api, che doveva essere approfondito nel pomeriggio di martedì 12 marzo. La defezione dei consiglieri d’opposizione, che hanno abbandonato la sala in segno di protesta per un rilievo che oltre a essere infondato, era del tutto estraneo all’argomento trattato, mi ha infatti costretto a rinviare ad altra la seduta l’illustrazione del Piano".

Con il Pee gli enti preposti pianificano le modalità con cui affrontare le emergenze in caso di incidenti rilevanti in raffineria e quindi il documento riveste un’importanza cruciale per tutta la cittadinanza. Poiché i consiglieri Loris Calcina (Cic-Fbc e SiAmo Falconara), Stefano Caricchio (Lega) e Franco Federici (Pd) hanno deciso di abbandonare la commissione, la maggioranza ha scelto di sospendere i lavori solo per non vanificare tutte le attività di confronto condotte con la minoranza su un argomento tanto delicato e fondamentale per la collettività.

Per garantire un’illustrazione più completa possibile della bozza del Pee, frutto di una serie di tavoli di lavoro convocati dalla Prefettura negli ultimi mesi, oltretutto l’amministrazione aveva impegnato i tecnici comunali affinché questi spiegassero tutti gli aspetti più importanti. L’organizzazione della commissione e tutto il lavoro precedente, svolto dal Comune con la Prefettura, la Regione Marche, il Comando provinciale dei vigili del fuoco, la stessa azienda Api e gli altri enti locali interessati, è stato vanificato con un pretesto che nulla aveva a che vedere con il Piano di emergenza esterno.

"Un comportamento irresponsabile della minoranza – dice la presidente Fiorentini – perché la mancata illustrazione del Piano è un’occasione persa che arreca danno a tutti i cittadini: l’opposizione ha preferito anteporre i propri interessi politici agli interessi della città. Questo rallenterà inevitabilmente il percorso volto alla redazione della versione definitiva del Piano che, dopo l’approvazione, andrà sottoposta alla consultazione pubblica".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-03-2019 alle 17:40 sul giornale del 15 marzo 2019 - 620 letture

In questo articolo si parla di politica, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a5kX





logoEV