contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

BIM, presentato ad Ancona il sistema digitale che migliora l'efficienza nelle costruzioni

2' di lettura
493

Un corso di perfezionamento per illustrare ed approfondire le opportunità professionali in campo ingegneristico offerte dal BIM (Building Information Modelling), che attraverso una rappresentazione digitale condivisa di un’opera edile o infrastrutturale ne facilita la gestione in tutte le fasi, dall’ideazione, alla progettazione, costruzione e nell’intero suo ciclo di vita.

L’innovazione apportata alla gestione dell’informazione determina diverse ricadute positive, tra cui una maggiore efficienza complessiva, elevata qualità dei prodotti, procedure di lavoro codificate e tracciate, che vanno a vantaggio sia dei committenti che dei professionisti e degli operatori dell’industria delle costruzioni. L’introduzione graduale del BIM nella gestione dei lavori pubblici è stata resa obbligatoria dal D.M. 560/2017.

La presentazione dell’iniziativa, promossa dalla Facoltà di Ingegneria dell’Università Politecnica delle Marche in collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della provincia di Ancona e la Federazione degli Ordini degli Ingegneri delle Marche, si è tenuta il 29 aprile alla sala Europa della sede della Confindustria ad Ancona ed ha preceduto l’Assemblea annuale dell’Ordine organizzata per l’approvazione del bilancio.

“Continua la proficua collaborazione con l’Università Politecnica delle Marche – ha spiegato Alberto Romagnoli presidente dell’Ordine degli ingegneri dorici – dopo il corso di specializzazione sui big data ora abbiamo approfondito insieme il valore del BIM, tra le innovazioni principali nella gestione dei processi di progettazione nel settore delle costruzioni”.

“Il Corso di perfezionamento ha lo scopo di offrire una proposta formativa altamente professionalizzante per coloro che operano nel settore delle Costruzioni e si inserisce nello sviluppo di quei processi di integrazione delle tecnologie digitali all’interno del comparto volti a migliorarne l’efficienza e ad accrescere la qualità del prodotto – spiegano i relatori dell’evento, Berardo Naticchia (Facoltà di Ingegneria, Coordinatore del Corso di Perfezionamento) e Alessandro Carbonari (Facoltà di Ingegneria, Membro del Comitato Ordinatore) – Più in dettaglio, questo corso è stato ideato per presentare il BIM sia come strumento per la rappresentazione digitale delle caratteristiche geometriche, fisiche e funzionali di opere di costruzione, sia come strumento per il miglioramento dei processi di progettazione, esecuzione e gestione operativa delle costruzioni”.

Le lezioni saranno operative, con i partecipanti guidati in simulazioni controllate, e metodologiche e si avvarranno di seminari tenuti da esperti del settore. Il corso, le cui domande di partecipazione possono essere presentate dal 2 maggio al 7 giugno, avrà durata da settembre e dicembre 2019. L’accesso è consentito a chi è in possesso di una laurea V.O., laurea specialistica o magistrale: sono ammessi sino ad un massimo di 48 allievi di cui 24 (e comunque non oltre il 50%) riservato agli iscritti agli Ordini degli Ingegneri della Regione Marche.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-05-2019 alle 16:09 sul giornale del 03 maggio 2019 - 493 letture