Perché usare un calendario economico è così importante nel trading?

Ancona 15/05/2019 - Un aspetto non indifferente da tenere in considerazione della vita del commerciante, dal proprietario dell’edicola fino all’imprenditore, è il suo rapporto con il proprio calendario economico. Indicativamente è uno strumento che occupa all’incirca un minuto di utilizzo nella vita lavorativa dello stesso commerciante ma è un minuto decisivo per i giorni ed i mesi a venire.

Ma cosa è un calendario economico nel linguaggio della finanza allora? Come si utilizza? In questo articolo cercheremo di rispondere a tutte le vostre domande. Se capirete bene come utilizzare questo comodo device tecnico, la vostra vita di imprenditori subirà una rapida svolta positiva.

Che cos’è un calendario economico?

Un calendario economico mostra gli eventi, le notizie, gli incontri programmati o le uscite e presentazioni di dati relativi all’economia o ai mercati finanziari. Tra i vari dati troviamo PIL, buste paga, tasse e prese visioni su interessi ed altro (per esempio nel mondo delle assicurazioni). Ci sono, solitamente, un sacco di date circa il rilascio di impegni o dati economici, molti sicuramente ogni settimana e - a volte - più di uno al giorno.

Ogni evento viene valutato in base all’importanza a seconda del settore lavorativo nel quale si è impegnati o al sito web che si utilizza per realizzare questa ricerca. Eventi minori, cioè, che possono avere un impatto minore sull’andamento economico del mercato sono contrassegnati dalla voce “basso (inteso impatto)”. In altre situazioni, queste voci non hanno alcun simbolo particolare.

Gli eventi che potrebbero avere una certa importanza, invece, sono contrassegnati dalla dicitura “medio” o hanno un colore diverso dai bassi, solitamente sono identificati da un pallino o una stellina gialla posta di fianco. Il giallo, infatti, indica che è necessario prestare attenzione a quel particolare evento o dato.

Troviamo, infine, i dati marcati dal puntino o dalla stella rossa che hanno, cioè, un impatto “alto” e sono, solitamente, i primi che vengono presi in considerazione dal lavoratore. Solitamente corrispondono al rilascio di una notizia che ha un peso ingente sull’andamento stesso del mercato e vanno presi in considerazione quanto prima.

Gli appuntamenti contrassegnati in rosso, come è facile da intuire, sono quelli cui bisogna prestare assolutamente maggiore attenzione indipendentemente dal fatto che vengano forniti dati o notizie in linea, al ribasso o in aumento rispetto al mercato che stiamo tenendo in considerazione. Se vengono contrassegnati come “alto” impatto vuol dire che c’è sicuramente un valido motivo.

Ridurre il rischio di perdita in un ordine con il calendario economico

Per avere la situazione sempre sotto controllo, non appena si entra in bottega o in ufficio la prima cosa da fare è prendere subito in mano il calendario economico e controllarne eventuali notifiche o messaggi. Già dalla mattina, infatti, è consigliato di tenere in considerazione tutti gli orari di uscita di dati o messaggi e segnarsi sul telefono l’ora per avere un campanello d’allarme in prossimità o in coincidenza con l’orario.

In normali condizioni di mercato, ogni lavoratore sa qual è il tasso di rischio che ammette su ogni singolo trade. Tale rischio è dato dalla differenza tra il prezzo d’entrata ed il prezzo di stop loss moltiplicato con la dimensione della posizione che dovrebbe essere inferiore al 2% e gravitare attorno all’1%. Però, si sa, nel mercato non tutto fila sempre liscio.

In un ordine, per esempio, si ha una probabilità molto alta di slittamento quando si ottiene un prezzo peggiore di previsto sullo stesso ordine. Tuttavia, non si sa quando esattamente questo aumento o abbassamento del prezzo avverrà. I commercianti, pertanto, grazie al calendario economico chiudono le trattative ed impongono un prezzo dai cinque ai tre minuti prima che venga rilasciato un dato ad alto impatto circa il settore di interesse.

Per i commercianti, sia che abbiano un’attività locale o impresariale più ampia, i siti forniscono la possibilità di crearsi un proprio calendario economico. Se si lavora nel settore finanziario, è consigliato collegare il proprio calendario economico con quello degli utili dello Stato. In questo modo si rimarrà sempre aggiornati con dati ufficiali e registrati.






Questo è un articolo pubblicato il 15-05-2019 alle 11:17 sul giornale del 15 maggio 2019 - 99 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7vI





logoEV