''Cuori, corpi, menti in transizione'': alla Facoltà di Economia un seminario sulle discriminazioni di genere

Parita' di genere 3' di lettura Ancona 23/05/2019 - Il prossimo 25 maggio si terrà un Seminario Formativo dal titolo “Cuori, corpi, menti in transizione. Dare voce alle discriminazioni di genere e per orientamento sessuale”.

L’evento è organizzato dall’Ufficio della Consigliera di Parità per la provincia di Ancona, in collaborazione con l’Associazione ESNA – Consulenze di Genere Onlus, e il supporto della Comitato Marche Pride, la Cooperativa COOSS Marche e la Cgil Nuovi Diritti. Il seminario è patrocinato dalla Commissione Pari Opportunità della regione Marche ed è accreditato come formazione continua per Assistenti Sociali. A conclusione della sessione formativa sarà presentato il libro "Senza rosa, né celeste. Diario di una madre sulla transessualità della figlia", Villaggio Maori Edizioni, attraverso un dialogo con l’Autrice, Maria Fanfarillo e Danilo Musso, Vice Presidente ESNA Consulenze di Genere.

L’evento formativo, rientra tra le attività che la Consigliera di Parità ha già avviato da tempo, nell’ambito del contrasto ad ogni forma di discriminazione di genere e per orientamento sessuale, anche per dare seguito al percorso avviato lo a giugno 2018 con il Seminario Formativo “Diritti alla meta".

È stata l’occasione anche per il lancio del primo Marche Pride, organizzato dal Comitato Marche Pride e sostenuto con convinzione dall’ufficio della Consigliera di Parità D.ssa Pina Ferraro FAZIO e che si terrà ad Ancona l’8 Giugno 2019.

La D.ssa Ferraro Fazio ritiene importante sottolineare, come “il riconoscimento e la tutela dei diritti delle persone omosessuali e transessuali sono diventati oggetto di studio e di intervento del diritto solo negli ultimi decenni. Ritengo necessario sottolineare come il nostro Paese sia dotato di norme antidiscriminatorie in ambito lavorativo, forse a volte poco conosciute e non pienamente applicate. Nonostante sul finire degli anni ’80 siano state introdotte tutele contro le discriminazioni fondate sull’orientamento sessuale, correttamente definito variante naturale della sessualità e del comportamento umano, e altresì riconosciuti diritti alle persone dello stesso sesso, ancora oggi sono presenti episodi di omo-transfobia sia a livello sociale che a volte anche a livello istituzionale attraverso atti, azioni e comportamenti che ledono la dignità della persona sia nel mondo del lavoro che nella società.”

Il Dott. Danilo Musso, dell’Associazione Esna Consulenze di Genere, sottolinea inoltre che “tutte le attività sin oggi svolte dalla nostra associazione, che tra i suoi obiettivi statutari ha la lotta ad ogni forma di discriminazione per genere, orientamento sessuale ed identità di genere, ci rendono sempre più convinti della necessità di continuare i percorsi sin oggi avviati – come ad esempio l’attività dello sportello rivolto a persone che necessitano di supporto, informazione e o consulenza sulle tematiche lgbti+ – e di integrarli ad azioni concrete e di collaborazione con le istituzioni del territorio.

In questi anni di attività ad Ancona si sono rivolte a noi diverse persone, genitori, ragazzi e ragazze, persone transgender ed abbiamo proposto ed attivato interventi di rete per rispondere alle diverse necessità tra cui anche consulenze per episodi di violenza di natura omo-transfobica. Lo sportello è attivo previo appuntamento telefonico al 3476343945” E’ anche per questo che si ritiene necessario non abbassare la soglia dell’attenzione e contribuire fattivamente all’eliminazione di ogni forma di violenza e discriminazione nei confronti delle persone LGBTI+.


da Pina Ferraro
consigliera di Parità Effettiva della Provincia di Ancona





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-05-2019 alle 17:29 sul giornale del 24 maggio 2019 - 454 letture

In questo articolo si parla di attualità, pina ferraro, consigliera di pari opportunità, parità di genere

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a7P8