contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara, Signorini risponde ai comitati sulle esalazioni: ''No alle strumentalizzazioni politiche delle emergenze''

3' di lettura
1054

stefania signorini

"Spiace constatare come il Comitato Mal’Aria e l’associazione L’Ondaverde onlus, che si dicono al fianco dei cittadini, strumentalizzino le emergenze che si verificano sul nostro territorio a fini chiaramente politici, attribuendo al Comune di Falconara e in particolare alla mia persona competenze e azioni che sono prerogative di altri soggetti".

Così il sindaco Stefania Signorini risponde alle polemiche del Comitato Mal’Aria e dell’associazione L’Ondaverde onlus in merito alle esalazioni segnalate nella mattinata di giovedì 6 giugno. "Le segnalazioni – dichiara il sindaco – hanno rappresentato il pretesto per tirare in ballo l’amministrazione comunale in relazione al tavolo interistituzionale organizzato dalla Regione Marche, addirittura attribuendo a me la responsabilità della mancata convocazione al tavolo delle associazioni ambientaliste come deciso dalla Giunta regionale con la delibera 541/19".

In occasione delle esalazioni di giovedì, come accade di prassi quando arrivano più segnalazioni agli uffici comunali, il personale dell’ufficio Ambiente e quello della polizia locale si sono subito attivati con i soggetti competenti e con la stessa azienda cui è stato chiesto cosa fosse accaduto. Il fatto che alcuni utenti abbiano trovato occupato il numero verde dell’ente, che in quel momento era collegato con il Comando di Pl, è dipeso dal sovrapporsi di più chiamate. Gli operatori della polizia locale e i tecnici dell’Arpam, già nella stessa mattinata, erano in raffineria per un sopralluogo.

Gli esiti degli accertamenti saranno resi noti non appena terminata l’indagine, compatibilmente con le procedure tecniche e giuridiche da seguire. L’Arpam ha comunque garantito, da un controllo in tempo reale, che le centraline di monitoraggio della qualità dell’aria non hanno registrato superamenti dei valori previsti dalla legge. Il Comune ha segnalato ai tecnici Arpam la necessità di aggiornare i dati pubblici sulla qualità dell’aria sul sito dell’Agenzia, che per i cittadini rappresenta la principale fonte di informazione in questi casi. Quanto alle richieste avanzate in Commissione dalle due associazioni, il Comune aveva già attuato le azioni di sua competenza, rispondendo con i fatti e dandone sempre comunicazione nelle sedi istituzionali.

"Dal giorno del mio insediamento – prosegue il sindaco Stefania Signorini – affiancata dall’assessore all’Ambiente Valentina Barchiesi che è stata attaccata con parole offensive e in modo ingiustificato, mi sono impegnata in via prioritaria sul fronte della tutela dell’ambiente, non limitandomi a intervenire in caso di emergenze, ma promuovendo un complesso di azioni tese a monitorare le attività di maggior impatto, a prevenire le emergenze stesse e ad accertare che tutte le norme in materia venissero rispettate".

Il primo cittadino falconarese ha partecipato a tutti gli incontri del Comitato tecnico regionale dei vigili del fuoco per approfondire la conoscenza delle problematiche inerenti la presenza di impianti ad alto rischio sul territorio, ha preso parte agli incontri in Prefettura per valutare gli aspetti legati anche alla salute della popolazione e a quelli per la predisposizione del Pee della raffineria, ha sollecitato l’apertura di un tavolo di coordinamento che coinvolgesse i Ministeri competenti insieme al dirigente regionale Roberto Ciccioli.

Soprattutto ha promosso con il contributo dell’Arpam il ‘Progetto Ambiente’, ormai in dirittura d’arrivo, per monitorare anche le sostanze non rilevate dalle centraline fisse per il controllo della qualità dell’aria e per ricevere in modo diretto e immediato le segnalazioni dei cittadini, con l’obiettivo di individuare le sostanze contenute nelle esalazioni avvertite dalla popolazione.



stefania signorini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2019 alle 16:54 sul giornale del 08 giugno 2019 - 1054 letture