800 anni fa il Pellegrinaggio di San Francesco partiva da Ancona: La commemorazione dell' Arcidiocesi

3' di lettura Ancona 23/06/2019 - Presso il Cinema Italia in Corso Carlo Alberto, ad Ancona (Salesiani), è stato proiettato il DOCUFILM dal titolo: "Francesco pellegrino di pace, 800 anni dalla partenza dal Porto di Ancona per la Terra Santa"

Prodotto con il contributo della Regione Marche e dell’Arcidiocesi Ancona-Osimo, nell’ambito delle celebrazioni francescane, il docufilm ha presentato le strade che san Francesco ha percorso e i luoghi da lui visitati, in alcuni dei quali ha lasciato la testimonianza con la costruzione di chiese e conventi.

L’occasione è stata la ricorrenza degli 800 anni dalla partenza di Francesco dal Porto di Ancona per incontrare il sultano d’Egitto al-Malik al-Kamil e il passaggio, poi in Terra Santa.

Per girare le immagini del docufilm che dura 52 minuti sono stati percorsi oltre 2000 chilometri e sono state scattate più di 1000 fotografie. Una puntata a Gerusalemme, ad Assisi e a La Verna, sono le uniche immagini girate fuori dalla nostra regione, per il resto si tratta di un cammino di san Francesco in terra marchigiana dove ha molto seminato e dove il francescanesimo si è diffuso oltre ogni dire.

Una rivisitazione di questi luoghi rende ancora attuale il messaggio di Francesco sulla spiritualità, sulla cultura e l’arte, sul rispetto dell’ambiente, sulle opere di carità. Un messaggio, oggi ripreso da un altro Francesco, il Santo Padre che raccoglie e ripropone attualizzandoli proprio i principali filoni culturali di san Francesco rendendo viva la sua figura.

Il docufilm ben concepito porterà negli anni la freschezza dei tempi: quelli di oltre 800 anni fa e quelli di oggi, con immagini così belle che, già di per sé, raccontano la storia, con testi molto curati e documentati, con voci incrociate che creano una dinamica fonica molto apprezzata e con testimonianze di alcuni testimoni della fede, autorità dei tre ordini francescani: minori, minori conventuali e cappuccini e di autorità in campo archivistico ed artistico.

Una grande partecipazione di popolo ha espresso l’apprezzamento per il lavoro con un lunghissimo applauso alla fine della proiezione, apprezzamento che poi è continuato nel dibattito che il presidente dei cinecircoli giovanili socioculturali delle Marche Fabio Sandroni ha animato, alternando interventi del pubblico presente con le risposte dell’Arcivescovo Regista Mons. Angelo Spina.

Presenti le massime autorità civili e militari, tra gli altri l’Autorità portuale Rodolfo Giampieri. Per la Regione Marche ha portato il saluto Raimondo Orsetti mentre l’arcivescovo Angelo che ha curato i testi e la regia ha illustrato l’impianto generale dell’opera e il suo messaggio che si può concretizzare in un leit-motive dei due frati protagonisti di un cammino inteso come pace e speranza. Il Docufilm che è stato montato da: nonsolovideo, con riprese di Christian Pasquini, Danilo Mastrogiacomo, Andrea Marinelli, Stefano Stefanelli sarà postato in youtube e nei siti della Regione Marche e dell’Arcidiocesi Ancona-Osimo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-06-2019 alle 11:59 sul giornale del 24 giugno 2019 - 1352 letture

In questo articolo si parla di attualità, Arcidiocesi Ancona Osimo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a8Tk





logoEV