Montemarciano: Eroina, blitz dei Carabinieri. In manette una nigeriana e due tunisini. La droga smerciata nelle piazze di Ancona e provincia

4' di lettura Ancona 08/07/2019 - Blitz dei Carabinieri in un appartamento di Montemarciano. In manette una nigeriana ed due tunisini. La droga veniva smerciata nelle piazze di Ancona e provincia

Sono stati i Carabinieri della compagnia di Ancona dopo serrati controlli a sferrare un duro colpo nel mondo dello spaccio di droga, domenica 7 luglio. A finire in manette una 40enne ivoriana e due tunisini di 46 e 28 anni.

Protagonisti del blitz i Carabinieri della Stazione di Ancona centro insieme a quelli della Sezione Operativa del Nucleo Operativo e Radiomobile. Erano da poco trascorse le ore 13,00 quando una pattuglia in abiti civili orbitante nei pressi della Stazione ferroviaria di Falconara Marittima, notava una donna straniera, che si aggirava con fare sospetto. Non riusciti ad identificarla perché salita immediatamente a bordo di un taxi, si procedeva a pedinarla con l’autovettura. La donna, giunta in un residence nel comune di Montemarciano si precipitava all’interno di un appartamento per poi uscire pochi minuti dopo.

Nel frattempo mentre veniva identificata la donna che veniva ccompagnata negli uffici della locale Compagnia, altra pattuglia in borghese decideva fare irruzione all’interno del predetto appartamento e approfittando di una porta finestra lasciata aperta i militari – arrampicandosi - si introducevano all’ingresso trovandosi di fronte ad una vera e propria scena da film. I due si trovavano intenti a confezionare in piccole dosi un ingente quantitativo di sostanza stupefacente che a prima vista – poi confermata con l’apposito narcotest – sembrava avere le caratteristiche, l’odore ed il colore dell’eroina. E’ così che scattava la perquisizione. Poco dopo anche i due tunisini venivano condotti in caserma con la donna ivoriana. Lei il “corriere” della droga che riforniva i due tunisini che nel momento del blitz stavano provvedendo a confezionare in dosi pronte ad essere immesse nel mercato.

Alla fine l’esito delle perquisizioni permetteva di rinvenire nella disponibilità della donna e contenute all’interno della sua borsa un ingente quantitativo di banconote, suddivise in vario taglio, pari alla somma di oltre 12.485 euro e recuperare invece circa 408 grammi di eroina pura che nel mercato avrebbe fruttato oltre € 50.000 di guadagno. Il quadro investigativo delineatosi, pertanto, è apparso chiaro che la donna - proveniente dalla Campania- aveva rifornito i due tunisini della sostanza stupefacente. Mentre il denaro trovato in suo possesso si ritiene possa essere parte della somma pattuita per la vendita. I due tunisini, con precedenti alle loro spalle, invece, avrebbero poi confezionato – come già stavano cominciando a fare – lo stupefacente e provveduto poi a spacciarlo al minuto nelle piazze di Ancona e Provincia.

Per i tre, quindi, sono scattate immediatamente le manette e su disposizione della Magistrato di turno della Procura della Repubblica di Ancona sono stati tradotti in carcere e più precisamente la donna presso la sezione femminile della casa circondariale di Pesaro “Villa Fastigi” e gli uomini presso le patrie galere della casa circondariale di Ancona “Montacuto”. A vario titolo ora dovranno rispondere di cessione e detenzione di sostanza stupefacente e a giorni saranno sottoposti all’interrogatorio di garanzia di fronte al Gip.

"Sembrava uno spettro del passato e invece l’eroina -fanno sapere dai vertici dei Carabinieri- sta tornando a punteggiare drammaticamente le cronache: è l’eroina, la droga che ha segnato una stagione della storia, lasciando sul terreno migliaia di morti, quasi sempre ragazzi intrappolati dalla dipendenza". Secondo i dati raccolti da alcuni recenti studi, dal 1971 sarebbero ben 25.061 le persone morte a causa di overdose. Per anni il consumo di questa sostanza era andato calando, con un processo che sembrava irreversibile. Invece, non solo la cronaca, ma ora anche i numeri ci dicono che siamo di fronte a un pericoloso ritorno: nel 2017, dopo quindici anni di continui cali, i morti per overdose sono saliti del 9,7 per cento: su 294 vittime complessive, 148 sono state causate dall’eroina.

Secondo l’ultima Relazione al Parlamento, nel 2017 i consumatori di eroina sono 285 mila, per un giro di affari da 2,3 miliardi. I dati del 2018 e del 2019 non sono ancora noti, ma la sensazione - dicono ancora dai vertici dell’Arma- è che confermino ulteriormente questa tendenza.








Questo è un articolo pubblicato il 08-07-2019 alle 13:07 sul giornale del 09 luglio 2019 - 1789 letture

In questo articolo si parla di cronaca, montemarciano, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/a9on





logoEV