contatore accessi free

Falconara: Sversamenti fognari, Pd: “Scomparsi dall’agenda del Sindaco”

2' di lettura 28/07/2019 - Dopo il divieto di balneazione durato sette giorni, a seguito del temporale del 9 luglio, a distanza di dieci giorni, è stato emesso dal Sindaco Signorini, in data 27 luglio, un nuovo divieto temporaneo di balneazione per sversamenti fognari da alcuni scolmatori lungo l’arenile.

Nel mese di aprile scorso, il Gruppo consiliare del PD ha presentato un’ interrogazione che ripropone l’annoso problema degli sversamenti fognari, con conseguenti divieti di balneazione anche in caso di piogge leggere, ripercorrendo la storia degli ultimi quindici anni di studi e progetti, dei tanti soldi spesi al riguardo, per arrivare all’attuale fase di stallo che dura da oltre un anno, dopo che il nostro Comune ha stretto un patto collaborativo con il Comune di Ancona sul tema sversamenti, che di fatto ha bloccato ogni iniziativa. Il tutto è fermo ad uno studio preliminare che prevede interventi strutturali per circa 40 milioni di euro, con vasche di prima pioggia nella zona litoranea ed un collettore fognario di gronda a mezza costa (lungo la direttrice Via Volta, Via Galilei, Via Matteotti, Via Elia) avente la funzione di alleggerire il carico fognario a valle. Nell’interrogazione il PD chiede di passare con urgenza alla fase operativa, riprendendo una iniziativa autonoma del nostro Comune, che ha peculiarità territoriali diverse da quelle di Ancona, per programmare alcune opere urgenti, che giocoforza dovranno essere realizzate per stralci funzionali, attingendo alle risorse finanziarie disponibili ed a quelle che è tenuta a mettere a disposizione la Società VIVA SERVIZI, gestore della nostra rete fognaria. Nello specifico, abbiamo fatto riferimento ai 2 MILIONI di EURO stanziati a tale scopo dal CIPE nazionale nel mese di aprile 2018 ed ai 2-3 milioni di euro che il gestore VIVA SERVIZI potrebbe benissimo mettere a disposizione, tenuto conto che, come ben noto, la società realizza ogni anno circa 22 milioni di euro di opere d’investimento nei Comuni della Provincia, con proprio autofinanziamento, in attesa di trovare altri finanziamenti dai tempi incerti. E’ una sollecitazione realistica che abbiamo rivolto al Sindaco, anche in qualità di Vice Presidente dell’AATO, ente delegato proprio alla programmazione degli interventi nel settore fognario e della depurazione, per uscire dall’attuale FASE DI STALLO, evitando di delegare ad altri enti le scelte politiche di natura ambientale che interessano il nostro territorio.

Per il Gruppo Consiliare PD Falconara M.ma Franco Federici






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-07-2019 alle 14:16 sul giornale del 29 luglio 2019 - 2671 letture

In questo articolo si parla di politica, falconara marittima, Gruppo Consiliare PD Falconara

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a99T





logoEV
logoEV