contatore accessi free

“MAGIC 3 Shanghai Teenager 3x3 Super Basketball Game” la squadra marchigiana arriva fino in finale

3' di lettura Ancona 07/08/2019 - La squadra tutta made in Marche che ha rappresentato l’Italia al “MAGIC 3 Shanghai Teenager 3 on 3 Super Basketball Game” è arrivata fino alla fase finale, arrendendosi al Canada per soli due punti.

Un po’ di rammarico per i ragazzi che hanno però tenuto altissimo il nostro tricolore. Alessio Zandri e Yannick Giombini (Campetto Ancona), Nicolas Alessandrini (VL Pesaro) e Riccardo Tizi (Porto San Giorgio) non nascondono la loro delusione per quei due punti che hanno permesso al Canada di alzare la coppa dei vincitori al Magic 3 di Shangai. Al di là della bellissima esperienza, infatti, tutto il gruppo capitanato da coach Alessandro Del Pesce e Niccolò Mancinelli in fondo ci credeva e soprattutto ci teneva a vincere il trofeo.

“Il gruppo è riuscito a trovare un’alchimia e una grandissima intesa pur giocando insieme per la prima volta” ha spiegato coach Del Pesce al ritorno dalla Cina “il che non è affatto una cosa scontata. Nei quarti e in semifinale ci siamo scontrati con due squadre cinesi di buon livello…e non potrebbe essere stato altrimenti dato che per individuare le quattro formazioni locali il Governo ha indetto delle durissime fasi di qualificazione”.


“La nostra squadra e quella canadese hanno però avuto una marcia in più: l’agonismo” continua Alessandro “E difatti la finale è stata davvero combattutissima, giocata sempre testa a testa e finita sul punteggio di 11 a 13 per i canadesi. Noi abbiamo pagato un po’ nel finale anche per l’impossibilità di fare dei cambi per fare riprendere il fiato a qualcuno: Giombini infatti, dopo appena 3 minuti di gioco, ha subito un colpo allo zigomo che lo ha costretto a mettere dei punti di sutura e non è più potuto rientrare”.“Nonostante la sconfitta, però, è stata un’esperienza davvero unica. L’organizzazione cinese è stata di un livello “esagerato”: di fianco all’arena dove abbiamo disputato le partite, hanno allestito dei campi di allenamento al chiuso stile playground per permettere alla squadre di allenarsi e riscaldarsi prima dei match” ha commentato l’allenatore “ancora più esaltante per me e per i miei ragazzi è stata la grande presenza di pubblico per un evento, quello di un 3x3 U18, che in Italia non attirerebbe così tanta attenzione.

I cinesi invece sono stati sempre presenti e sempre pronti a sostenere le squadre in campo con cori e tifo”.Un biglietto da visita davvero vincente quello messo a segno dal governo cinese per lanciare Shangai come città del basket in vista dei mondiali che prenderanno il via dal 31 agosto al 15 settembre. E non finisce qui: nei prossimi giorni la “città magica” (come viene soprannominata), sarà la sede anche dell’attesissimo JUMP 10, un torneo di basket 5x5 che porterà in città alcuni dei futuri campioni di basket provenienti da tutto il mondo e di cui Senigallia (AN) ha ospitato un match lo scorso 6 luglio durante la Summer League Città di Senigallia. Il tutto grazie allo sforzo e all’impegno di Andrea Sciarrini, ambasciatore del Jump 10, che nel creare la rappresentanza italiana da mandare a Shangai per il Magic 3 ha voluto dare una grande e reale possibilità ai giovani della sua zona: le Marche.E i ragazzi non hanno tradito la sua fiducia!








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-08-2019 alle 10:09 sul giornale del 08 agosto 2019 - 369 letture

In questo articolo si parla di basket, sport, senigallia, summer league

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/a0tB





logoEV
logoEV