Falconara: Consiglio comunale dei ragazzi, votata una proposta per abbattere le barriere architettoniche

3' di lettura 10/10/2019 - "I ragazzi a Falconara ci sono e vogliono partecipare attivamente per contribuire allo sviluppo della città, unico nostro obiettivo che speriamo aver soddisfatto pienamente". Lo afferma Jacopo Ragni, sindaco dei ragazzi di Falconara, che giovedì 10 ottobre ha parlato nel corso della seduta del Consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze, riunitosi a un anno esatto dall’inizio del mandato.

L’ordine del giorno della seduta odierna, convocata per le 15.00 nella Sala del Leone, aveva per oggetto la presentazione del decreto-proposta ‘Barriere architettoniche’, che andava convertita entro domani 11 ottobre, oltre alla comunicazione della nomina del gestore del profilo Instagram del Consiglio. In chiusura di seduta, Jacopo Ragni ha tenuto un discorso per fare un bilancio dell’attività.

"Questo organo ha dimostrato di essere, durante lo scorso anno, molto propositivo, formulando idee e progetti concreti che, grazie ad un lavoro incessante e costante, sono diventati spesso realtà: penso alla proposta di collocare giochi per ragazzi disabili nei parchi, che avrà attuazione con l’installazione di alcuni di essi nel parco Kennedy, alla proposta legata all’equilibrio scolastico, che aspetta di essere concretizzata in tutti gli Istituti scolastici che si sono resi disponibili ad un dialogo con noi, e alla Giornata del Futuro, un grande traguardo che rispecchia l’attività preponderante di questo Consiglio, ossia rendere i ragazzi più consapevoli e dunque più partecipi alla vita cittadina. Importante è la ristrutturazione dell’ex guardia medica che diventerà presto un centro giovani, in cui i ragazzi troveranno un punto di aggregazione e di riferimento per attività ludiche ma anche educativo-culturali".

Tanti anche gli obiettivi ancora da realizzare, molti votati all’eco-sostenibilità, oltre a quello di "riunire a Falconara tutti i ‘sindaci dei ragazzi’ marchigiani, al fine di avanzare proposte condivise non solo a livello comunale, ma regionale, prendendo spunto dalle peculiarità di ogni comune marchigiano". Jacopo Ragni nel suo discorso parla anche delle difficoltà incontrate: "nonostante la piena disponibilità dell’amministrazione comunale a verificare le possibilità di attuazione delle nostre idee, spesso abbiamo incontrato nel nostro percorso interlocutori che, vista magari la nostra età, non sono stati disponibili a prendere seriamente in considerazione le nostre proposte, gli stessi che poi tendono ad indicare, a volte in senso dispregiativo, i ragazzi come disinteressati alla vita comunitaria: noi siamo l’esempio che ciò non è vero".

"Finisco dicendo – ha concluso il minisindaco – che oggi il Consiglio Comunale dei Ragazzi e delle Ragazze, grazie anche all’appoggio del Sindaco Signorini e di tutta l’Amministrazione, è una vero e proprio organo comunale e nonostante alcuni insuccessi, che fanno parte della vita e che ci hanno anche notevolmente aiutato a crescere personalmente, tutti noi abbiamo dimostrato interesse generale nella realizzazione di molti progetti".

"Apprezzo molto questa bella sinergia che si è creata con il consiglio comunale dei ragazzi e delle ragazze – dice il sindaco Stefania Signorini – che è un prezioso interlocutore per una politica giovanile efficace. E’ importantissimo confrontarsi i ragazzi per capire il loro punto di vista e impostare in base a quello la programmazione delle attività e dei progetti che li riguardano. Penso in particolare al nuovo Centro Giovani: sono sicura che daranno un contributo importante".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2019 alle 17:41 sul giornale del 11 ottobre 2019 - 664 letture

In questo articolo si parla di attualità, consiglio comunale dei ragazzi, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bbwq