Polizia giudiziaria, sospeso per 10 giorni il maggiore Caglioti. Talevi (Cisl) chiede chiarezza

Polizia Municipale  - 550 1' di lettura Ancona 11/11/2019 - Il maggiore Marco Ivano Caglioti del nucleo di polizia giudiziaria della municipale di Ancona è stato sospeso per 10 giorni dalla comandante Rovaldi. La notizia ha subito suscitato diverse polemiche, a partire dai sindacati.

"Il procedimento disciplinare a carico del maggiore Marco Ivano Caglioti si inserisce in un momento delicatissimo per tutto l’ente. In attesa che le forze dell’ ordine e la magistratura compiano le loro attività con l’obiettivo, auspicato da tutti, di fare al più presto chiarezza, è necessario, a tutela delle persone coinvolte, che si attivino azioni tese a rasserenare il contesto lavorativo ove operano 800 lavoratori molto colpiti da quanto emerso dalle indagini". Lo ha dichiarato Luca Talevi, segretario generale della Cisl Fp Marche.

"Il sindacato, per quanto concerne la polizia municipale, ha sempre chiesto il ripristino dei vigili di quartieri e chiarimenti circa le decisioni assunte sulla polizia giudiziaria, settore importante per un comune capoluogo come Ancona. E’ necessario un incontro Rsu e sindacati con Sindaco e Assessore al personale.

Stiamo da mesi lavorando per condividere un nuovo contratto decentrato in grado di valorizzare il personale che merita, ma per ottenere questo importante risultato necessita che il sindacato venga messo in condizione di essere ascoltato in materia di organizzazione degli uffici e del loro funzionamento con l’ obiettivo di dare voce alla stragrande maggioranza di personale onesto dell'ente".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2019 alle 18:04 sul giornale del 12 novembre 2019 - 1060 letture

In questo articolo si parla di polizia municipale, politica, polizia locale, sindacato, Cisl Fp Marche

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bcFB





logoEV