Atletica: Ancora Cuccù da record ad Ancona

3' di lettura Ancona 19/01/2020 - L’ostacolista sangiorgese nei 60 ostacoli migliora il suo primato regionale under 18 con 8”60. Weekend da record al Palaindoor: oltre 2600 atleti-gara con diretta video streaming su atletica.tv

Record di partecipazione al Palaindoor di Ancona, nei meeting del weekend in cui sono impegnati oltre 2600 atleti-gara, e record anche in pista con il primato marchigiano sui 60 ostacoli. Arriva un nuovo progresso di Martina Cuccù, 17 anni ancora da compiere: la giovane sangiorgese sfreccia nella batteria in 8”60 e migliora il suo limite regionale under 18. Due centesimi in meno rispetto al crono di 8”62, realizzato nella passata stagione, per fare l’ingresso nella top ten italiana di sempre per la categoria. L’allieva del Team Atletica Marche, cresciuta sotto la guida tecnica di Elisa Del Moro, si conferma in crescita anche quest’anno, dopo gli exploit della scorsa estate che l’hanno portata in maglia azzurra. Poi vince la finale in 8”79 ma alle sue spalle firmano il personal best anche Succes Festus (Atl. Fabriano) con 9”16 ed Eva Joao Polo (Collection Atl. Sambenedettese, 9”18).
È un fine settimana senza precedenti, per l’impianto che viene sempre più frequentato dagli atleti di tutta Italia. Nemmeno nel weekend del debutto stagionale di Filippo Tortu, esattamente un anno fa, si erano toccate queste cifre. La sfida al femminile sui 200 metri va all’azzurra Giulia Riva con 24.10, a soli quattro centesimi dal suo primato, nella gara di esordio stagionale. Alle sue spalle Annalisa Spadotto Scott (Bracco Atletica, 24.61) e la quattrocentista Chiara Bazzoni (Esercito, 24.75), che è salita sul podio con la 4x400 agli ultimi Europei indoor di Glasgow. Si migliorano le giovani marchigiane: l’osimana Angelica Ghergo (Tam), 25”53 al debutto per la due volte campionessa italiana dei 400 allieve, e Benedetta Boriani (Sef Stamura Ancona), di nuovo al personale con 25”58. Anche negli 800 brillano la promessa Maria Giulia Firmani (2’18”75) e l’allieva fanese Eva Luna Falcioni (2’23”30), entrambe in maglia Stamura, come Alessandro Moscardi (22”29) e il 16enne Matteo Ruggeri (22”51) sui 200 metri. Per la mezzofondista pesarese Ilaria Sabbatini (Atl. Avis Macerata) successo nei 3000 in 10’04”45.
Test vincente nel lungo della sambenedettese Enrica Cipolloni (Fiamme Oro/Tam), pluricampionessa italiana di prove multiple, che atterra a 5.88. Nel triplo si prende gli applausi il 19enne Valerio De Angelis (Asa Ascoli Piceno), in grado di aggiungere dodici centimetri al personale con un hop-step-jump a 14.77. Ancora buoni risultati dagli ostacoli, nella gara juniores: Federico Agostini (Asa Ascoli Piceno) si impone con 8”48 in batteria e 8”51 in finale sui 60hs, poi terzo Sebastiano Compagnucci (Atl. Avis Macerata) che scende a 8”52, stesso crono nel turno eliminatorio dell’osimano Simone Romagnoli (Tam) che corre la finale in 8”68. Sempre al maschile, ma sugli 800 metri, il migliore dei marchigiani è Ndiaga Dieng (Atl. Avis Macerata) con il nuovo primato italiano paralimpico Fisdir in 1’56”66. Domani un’altra giornata di gare non stop, che prevede il meeting giovanile dalle ore 9.00 e quello assoluto dalle 15.00, tutta da vivere in diretta video streaming su www.atletica.tv.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-01-2020 alle 20:14 sul giornale del 20 gennaio 2020 - 294 letture

In questo articolo si parla di sport, atletica, fidal marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bfdZ





logoEV
logoEV