Quattro metodi per promuovere la creatività nel lavoro

3' di lettura Ancona 25/03/2020 - Ogni essere umano crea, inventa, costruisce idee e pensieri nella propria mente. La creatività è una delle caratteristiche umane che ci consentono di fare fronte alle avversità e superare gli ostacoli. Lo sanno bene i manager delle grandi aziende abituati a gestire gruppi di persone molto diverse tra loro.

In fondo, siamo tutti un po’ creativi e, sebbene solo alcuni di noi siano predisposti a trovare le idee più originali, molte persone sono in grado di produrre soluzioni e idee per crescere e migliorare.

La creatività ha però bisogno di quiete, tempo e una base da cui partire, quindi sul posto di lavoro bisogna mettere i professionisti in condizione di creare senza pressioni, restrizioni e senza mai esigere troppo.

Sono numerosi i fattori che contribuiscono a incentivarla e, come si legge in questo articolo, anche il design dell’edificio può aiutare a far crescere la creatività.

Bisogna tenere a mente che non tutti riescono a essere creativi, mentre alcune persone temono che la propria creatività possa essere non adeguata al ruolo ricoperto.

Vorreste saperne di più su come far emergere la creatività?

Ecco quattro metodi per promuovere la creatività sul posto di lavoro.

1. Creare un ambiente sereno

Se c’è qualcosa che uccide la creatività è la paura di deludere e di non essere considerati.

Molte, forse troppe aziende tendono ad assumere una condotta severa nei confronti di chi non si dimostra sempre brillante. Punire un lavoratore in modo severo significa bloccarne la creatività e la voglia di contribuire alla crescita aziendale.

Promuovendo la libertà di pensiero e costruendo un ambiente lavorativo in cui la creatività viene valorizzata e premiata, si assisterà pian piano alla nascita di un luogo migliore, più sereno e disteso, dove il lavoro viene svolto con la pace dei sensi, soprattutto senza paure e con tanto coraggio creativo.

Come disse Albert Einstein: La creatività è contagiosa. Trasmettila.

2. Mescolare le generazioni

I più giovani tendono spesso a produrre idee senza paura, utilizzando la creatività per sopperire alla mancanza di esperienza. I meno giovani sfruttano la creatività per modellare le esperienze guadagnate negli anni.

Unendo questi due approcci diversi si ottiene un insieme composto da creatività reale, applicabile cioè alle reali esigenze aziendali.

3. Promuovere il divertimento

Questo fattore non dovrebbe mai mancare sul posto di lavoro e andrebbe incentivato ogni giorno.

Tutte le aziende moderne dedicano al gioco uno o più spazi all’interno dei propri uffici perché, qualsiasi età abbia, la mente sarà sempre ben contenta di rilassarsi tra un compito e l’altro, magari giocando a dama, briscola, ping-pong o semplicemente leggendo un buon libro.

Durante i momenti di maggiore stress e lavoro, potersi rilassare a turno per mezz’ora può essere rigenerante.

4. Premiare le idee

Quando l’ambiente lavorativo sarà pronto e avrà già sfornato soluzioni creative, è importante premiare i lavoratori che hanno generato le idee ritenute più creative.

Per celebrare la creatività, regalate oggetti utili, originali e personalizzati con messaggi e frasi ad hoc, come i gadget promozionali proposti da Maxilia.it.






Questo è un articolo pubblicato il 25-03-2020 alle 12:37 sul giornale del 25 marzo 2020 - 97 letture

In questo articolo si parla di lavoro, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bin8





logoEV