Coronavirus: Palaindoor non idoneo, i tecnici valutano altre soluzioni per la terapia intensiva

Luca Ceriscioli 1' di lettura Ancona 26/03/2020 - Dietrofront per la collocazione della struttura di 100 posti letto di terapia intensiva: secondo i tecnici incaricati dalla Regione, il Palaindoor di Ancona, scelto dallo staff di Guido Bertolaso, non è idoneo per il progetto. Si valutano altre opzioni

"Dall'esame di fattibilità svolto nel pomeriggio - ha fatto sapere la Regione Marche - con un sopralluogo al Palaindoor di Ancona, in base alle planimetre e alla documentazione consegnata, il team di tecnici incaricati ha comunicato che neanche questa struttura può essere considerata idonea al progetto, in quanto i tempi necessari per l'adeguamento degli spazi alla collocazione dei 100 posti letto di terapia intensiva indispensabili per la regione Marche risulterebbero troppo lunghi rispetto alle attuali condizioni di emergenza".

Si stanno quindi valutando altre soluzioni "che possano garantire velocemente, senza interventi strutturali importanti, un'area di 5000 metri quadri sviluppata su un unico piano".






Questo è un articolo pubblicato il 26-03-2020 alle 18:41 sul giornale del 27 marzo 2020 - 4406 letture

In questo articolo si parla di attualità, luca ceriscioli, marco vitaloni, Palaindoor di Ancona, articolo, coronavirus

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/biuI





logoEV