contatore accessi free

Cus Ancona, il tecnico dell'under 19: ''Aspettiamo notizie anche per il futuro dei ragazzi''

2' di lettura Ancona 21/04/2020 - Il campionato nazionale under 19 di calcio a 5 è stato sospeso nel momento in cui il Cus Ancona era ad un passo dal conquistare la griglia playoff.

In poche parole ai ragazzi guidati da Michele Riste nelle due partite che restavano per terminare la stagione regolare sarebbe bastato vincere contro il Cobà Porto San Giorgio o in alternativa pareggiare la gara successiva con la la formazione ascolana dell’Askl. Tabella di marcia finita inesorabilmente nel cestino, con lo stesso tecnico che si dice convinto che la stagione sportiva sia da annullare: "Chiedere alle famiglie dopo due mesi di fermo di rimandare i ragazzi ad allenarsi è pura utopia. Per il momento non ci sono le condizioni per rimettere in piedi l’intero movimento sportivo basti pensare a quello che accade in mezzo al campo, ai contatti fisici senza dimenticare lo spogliatoio dove cosi come in campo è praticamente impossibile mantenere le distanze di sicurezza".

Lo stesso tecnico del Cus Ancona pone poi l’attenzione su un problema più grande che riguarda la questione dei fuoriquota. Un tema calda che interessa tante società sportive: "La federazione per prima cosa deve annullare la stagione ma sopratutto deve comunicare alle società come intende muoversi per quello che riguarda la questione dei fuori quota. Nel campionato nazionale under 19 il prossimo anno potranno scendere in campo i 2002 e i 2003 anche se nelle ultime settimane era circolata la voce di un probabile inserimento dei 2001 già impiegati quest’anno.

La federazione ci deve far sapere quanto prima se questi ragazzi potranno giocare in questa categoria o meno. Se una società disputa un campionato under 21 i ragazzi potrebbero finire in questa categoria ma se l’under 21 non viene disputata come avviene da tante parti ogni singolo club può scegliere se allestire questa formazione o dare un futuro a questi ragazzi con un prestito o un trasferimento altrove. Per questi motivi mi auguro che la federazione sia piuttosto sollecita nel prendere questa decisione anche per il rispetto dei ragazzi delle famiglie e delle stesse società che avranno cosi modo di organizzarsi come meglio credono".

Fuoriquota a parte come ha reagito la squadra alla sospensione del campionato: "Da una parte c’è la delusione per come sono andate a finire le cose dall’altra il dolore per quello che sta accadendo. Nell’arco della stagione abbiamo avuto parecchi infortuni nonostante ciò nelle ultime giornate eravamo riusciti ad agganciare la zona playoff. Gli scontri diretti ci mettevano in una situazione favorevole poi è arrivato il blocco del campionato. Per i ragazzi la stagione è finita, si sono messi il cuore in pace quello che gli preme è sapere se potranno disputare sopratutto quelli nati nel 2001 un altro campionato nazionale".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-04-2020 alle 17:05 sul giornale del 22 aprile 2020 - 201 letture

In questo articolo si parla di sport, calcio a 5, Cus Ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bj3G





logoEV
logoEV