contatore accessi free

Falconara, Giacchetta sulla Da Vinci: ''Edilizia scolastica: fumo negli occhi e neppure per tutti''

Alessandro Giacchetta 3' di lettura Ancona 29/04/2020 - Al di là degli annunci di progetti faraonici, dal Piano OOPP 2018/20 approvato dalla Giunta il 09.01.2018 si evince che l'Amministrazione comunale non punta certo a risolvere i problemi degli edifici scolastici, né di Castelferretti, né di Falconara Centro.

Malgrado le mie sollecitazioni sull'adeguamento sismico della scuola Da Vinci, in quattro anni nulla si è fatto, nemmeno quel poco che era stato promesso: nessun restauro dei vecchi di edifici, e men che meno un progetto di nuova scuola. I leggendari 150 mila euro per "interventi minimi di risanamento strutturale" delle scuole comunali, genericamente destinati a "progettazione scuola da Vinci e primi interventi”, slittano di anno in anno e rappresentano unicamente un modo per tenere a bada i genitori della scuola primaria di Castelferretti, in quanto il progetto prevede esclusivamente il rifacimento della copertura in legno della parte più vecchia dello stabile.

Eppure la Verifica di Vulnerabilità Sismica della scuola della popolosa frazione ha evidenziato la criticità della pensilina d’ingresso della scuola primaria, che va demolita. La realizzazione di un nuovo plesso scolastico, senza i vincoli del contesto edificato in cui si trova l’attuale Da Vinci, resta una chimera. Subito dopo le elezioni 2018 si è scelta la ristrutturazione, col discutibile criterio della “minore incidenza economica”. Ristrutturazione, peraltro, del tutto teorica e della quale non esiste alcun progetto, ma solo uno studio di fattibilità che è il minimo sindacale per poter partecipare ai bandi di finanziamento pubblici.

Ma in assenza di un progetto esecutivo, e quindi cantierabile, questi finanziamenti non potranno mai arrivare perché i punteggi per le graduatorie dei finanziamenti dipendono proprio dalla immediata possibilità di eseguire effettivamente le opere. Inoltre, i finanziamenti sono solo parziali, ed il Comune dovrebbe dimostrare di avere la capacità di sostenere una parte di spesa piuttosto consistente (spesso il 50% degli importi di progetto). Nessun importo è però previsto a questo fine dal Comune di Falconara. Il ragionamento vale anche per lo studio di fattibilità del complesso G. Cesare, Leopardi e Peter Pan.

Gli annunci dell'Amministrazione sono solo propaganda. Volendo prenderli per buoni, dove si allocherebbero i 260 bambini delle daVinci durante la fase di demolizione e ricostruzione degli edifici? Verrebbero sparsi tra Falconara centro, Falconara Alta e Palombina? Con quali mezzi di trasporto, considerata anche la pandemia? Con quali ulteriori costi per il Comune e per le famiglie? La scuola ristrutturata resterebbe comunque fuori norma sotto vari aspetti: aree verdi esterne, vie di fuga e parcheggi inadeguati, distacchi da edifici esistenti inadeguati, areazione e illuminazione dei vari locali sottosoglia, carenza di aule accessorie di segreteria, basse prestazioni energetiche con elevati consumi di energia elettrica e riscaldamento.

Tutti i problemi si risolverebbero se si avesse la lungimiranza di realizzare un nuovo plesso in area verde nelle vicinanze di strade e grandi parcheggi, come in via Terzi. I costi aggiuntivi, tra opere di urbanizzazione ed espropri, sarebbero dell'ordine di 100mila Euro. Tale soluzione permetterebbe di realizzare una bretella di collegamento con via Consorzio che catastalmente è già esistente, nonché con la lottizzazione CIAF, oltre a sgravare l’intenso traffico su via Stazione. Il nuovo complesso sarebbe a norma del Decreto Ministeriale 18.12.1975, non necessiterebbe di alcuna deroga e avrebbe alta sicurezza in caso di sisma. Tutte le altre soluzioni sono palliativi, e comunque non finanziabili da Regione, Stato o Uniuone Europea, in mancanza di progetti esecutivi e cantierabili.


da Alessandro Giacchetta
     
Pd Falconara





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-04-2020 alle 17:41 sul giornale del 30 aprile 2020 - 581 letture

In questo articolo si parla di scuola, politica, castelferretti, pd, falconara marittima, Alessandro Giacchetta, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bkA4





logoEV
logoEV