Falconara festeggia i cento anni di Nella Turiani

3' di lettura 14/07/2020 - La neo centenaria ha raccontato la sua storia al primo cittadino: dai bombardamenti della seconda guerra mondiale alla ricerca di un lavoro per far studiare la figlia una volta rimasta vedova. Cucito e cucina le sue grandi passioni

Falconara festeggia i cento anni di Nella Turiani, una donna sprint dalle mani d’oro, dall’intelligenza vivace e dalla forza di volontà fuori dal comune. Oggi a mezzogiorno la signora Nella ha ricevuto il sindaco Stefania Signorini per spegnere le candeline insieme al nipote Marco e alla compagna Roberta, affiancata dalla inseparabile Maureen. La festicciola in giardino, organizzata nella casa della donna in via Flaminia, ha permesso al sindaco di conoscere la storia eccezionale di Nella Turiani, nata proprio a Falconara il 14 luglio 1920. Dopo il matrimonio a 18 anni, Nella si trasferì a Montecarotto per seguire il marito capostazione.

"Il tempo della guerra fu davvero difficile – ha raccontato al sindaco –. I tedeschi bombardavano le linee ferroviarie e mio marito doveva decidere quali treni far partire per evitare che finissero sotto le bombe". Nel 1945, dopo il conflitto, la famiglia si trasferì ad Ancona sempre per esigenze di lavoro. Nel 1961 il ritorno a Falconara, dopo la scomparsa improvvisa del marito.

"Avevo 41 anni e una figlia da crescere – ha ricordato Nella – ma non avevo diritto ad alcuna indennità, perché mio marito morì prima di maturare la pensione. Decisi di chiedere lavoro a tutti i negozi di Falconara, ma nessuno mi volle assumere: dicevano che ero troppo vecchia". La signora Turiani decise allora di mettere a frutto la sua grande capacità con ago e filo e ha fatto la sarta fino alla pensione. "Il lavoro mi ha permesso di far studiare mia figlia Albertina, che dopo le magistrali si è diplomata al Conservatorio di Pesaro ed è diventata insegnante di musica a San Benedetto".

Il cucito non è l’unica abilità della neo centenaria, di cui in tanti hanno apprezzato i manicaretti: ricette come l’anatra all’arancia, lo stoccafisso e la torta di mele, suoi cavalli di battaglia, sono trascritte a mano insieme ad altre cento in un taccuino custodito gelosamente. Nel 2011 Nella ha vissuto un nuovo, gravissimo lutto: la scomparsa della figlia, che dopo la pensione l’aveva raggiunta a Falconara. E’ stato il nipote Marco, con l’aiuto della compagna Roberta, a voler organizzare la festa per i cento anni della nonna insieme al sindaco Signorini.

"Ero proprio curiosa di conoscerla", ha detto la signora Turiani. "E’ stato mio l’onore di partecipare ai festeggiamenti per questo importante traguardo e conoscere la signora Nella e i suoi familiari – è il commento del sindaco Stefania Signorini –. L’affetto che lega la nonna al nipote e alla sua compagna è evidente e la signora Nella è davvero un esempio per tutte le donne, non solo per la sua storia, ma anche per lo spirito che la anima ancora oggi".






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-07-2020 alle 20:19 sul giornale del 15 luglio 2020 - 213 letture

In questo articolo si parla di attualità, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, centenaria, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/bqFl