Clinica Villa Mafalda: Tecnologia al Servizio della Scienza

3' di lettura Ancona 22/07/2020 - Articoli e recensioni hanno dato grande risalto al fatto che all’ospedale di Ancona, qualche mese fa, un delicato intervento alle vie biliari è stato effettuato con la tecnica robotica, e l’esito è stato pienamente positivo.

L’opinione comune è che, nel futuro prossimo, il binomio medicina-tecnologia sarà sempre più inscindibile. È proprio su questa linea di pensiero che si posizionano anche i commenti della nota Villa Mafalda, clinica di Roma da sempre attenta agli sviluppi della tecnologia medica. In una sezione del suo blog online troviamo ad esempio numerose recensioni proprio sui più recenti passi avanti della robotica applicata all’ambito medico, tra cui un articolo in cui si cita la prima operazione all’occhio fatta da un robot: è stata effettuata all’Università di Oxford, dove si è riusciti a rimuovere brillantemente una membrana spessa un centesimo di millimetro.

D’altronde proprio il dipartimento oftalmologico della clinica romana AktiVision si avvale dei più recenti e sofisticati approdi della scienza per la diagnosi e la cura dell’occhio: le recensioni presenti nel blog del reparto della casa di cura Villa Mafalda si occupano di diversi argomenti di grande interesse, tra cui l’uso della chirurgia refrattiva PRK. Stando alle informazioni di AktiVision si tratta della prima tecnica in cui il laser a eccimeri viene utilizzato per correggere i difetti visivi. L’acronimo PRK significa photo-refractive keratectomy (in italiano foto-cheratotomia refrattiva), che mira a ripristinare la corretta curvatura della cornea, eliminando così il difetto refrattivo.

Villamafalda, attraverso una serie di recensioni, indica l’importanza dell’utilizzo della tecnologia laser in una vasta gamma di ambiti di intervento: uno di essi riguarda la fascite plantare, che secondo l’opinione degli sportivi è una delle patologie più tipiche dei runner. Villa Mafalda ci segnala anche l’importanza del laser nella cura della rosacea: possiamo infatti leggere che si tratta di una poco nota patologia dell’epidermide, che inizialmente si manifesta con arrossamenti del volto, e che oggi può essere curata in modo indolore con uno speciale laser di ultima generazione.

Quale futuro per la medicina? Le opinioni di Villa Mafalda

Robot, laser e altre tecnologie sempre più specialistiche hanno permesso di superare strumenti come il bisturi, e secondo le opinioni degli esperti aprono a scenari sempre più entusiasmanti per la scienza medica.

Villa Mafalda ci ricorda che la tecnologia è altrettanto importante anche per quanto riguarda lo screening, sia per la diagnosi che in fase operativa. La clinica romana segnala infatti l’importanza dell’utilizzo di innovative tecniche di imaging di ultima generazione, che rendono lo screening più rapido e minuzioso oltre che meno invasivo: la straordinaria precisione del 3D si coniuga con l’assoluto comfort del paziente, sottoposto a esami che lo impegnano per pochi minuti e che hanno, tra gli altri benefici, un minimo impatto acustico.

Le tecnologie mediche stanno quindi rivoluzionando il concetto di medicina moderna, e i più avanzati ospedali italiani stanno raggiungendo gli standard di qualità delle più prestigiose cliniche del mondo. Per quanto riguarda nello specifico le recensioni riguardanti la nostra regione, è di ottimo auspicio constatare come proprio un ospedale marchigiano sia stato capofila nazionale: le opinioni più positive e gli auguri auspicano che questo nostro primato venga presto imitato, per poter garantire a tutti i cittadini delle Marche e dell’Italia un servizio sanitario ancora più eccellente e all’avanguardia.






Questo è un articolo pubblicato il 22-07-2020 alle 16:06 sul giornale del 22 luglio 2020 - 42 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/brkT