XSirolo sulle vaccinazioni: "Quando la mania di propaganda supera il senso di responsabilità"

2' di lettura Ancona 31/03/2021 - Che cosa sta accadendo a Sirolo con i vaccini? O forse la domanda è: che cosa sta combinando Moschella con i vaccini?

Il sindaco usi pure i suoi toni trionfalistici come meglio crede ma, quando c’è di mezzo la salute dei cittadini deve fare molta attenzione a non generare confusione e, soprattutto, a non creare false aspettative nella persone, perché può essere pericoloso. In pompa magna giorni fa Moschella ha annunciato una convenzione, sottoscritta SOLO per conto dei medici di Sirolo, senza considerare che così facendo ha messo in difficoltà il sistema territoriale. Inoltre abbiamo saputo, e ciò è molto grave, che, dopo la pubblicazione di questa notizia, alcuni sirolesi non abbiano prenotato sui canali regionali, perdendo giorni preziosi e allungando i tempi in graduatoria, illudendosi di poter usufruire di una veloce vaccinazione di massa sirolese.

Sarebbe stato più onesto chiarire che non sarebbe avvenuta nell’immediato perché la sede della Croce Azzurra deve ancora essere certificata dall’Asur e perché le dosi a disposizione dei medici di base sono ad oggi limitate (circa 20 a settimana), finalizzate senz’altro prioritariamente a coloro che hanno problemi di deambulazione o specifiche fragilità, e che tutti gli altri, in salute o in grado di spostarsi, è preferibile che utilizzino i canali regionali già organizzati. Pertanto invitiamo il Sindaco a schiarirsi le idee e poi a chiarirle ai cittadini, evitando beceri campanilismi sanitari e rincorse ad accaparrarsi i medici di base. Finiamola con questo messaggio di isolamento a cui ci sta portando Moschella, che di fatto non esiste più da decenni.

Si dovrebbe limitare ai fatti: dare il corretto supporto organizzativo ai medici che potranno dedicarsi, sulla base delle indicazioni nazionali e regionali, a vaccinare TUTTI, indipendentemente dalla residenza, sulla base delle categorie preferenziali indicate, con tempistiche e modalità chiare, che non sono state comunicate. Un sindaco deve facilitare, non complicare né tanto meno escludere, soprattutto quando si parla di salute pubblica.

Condanniamo questo atteggiamento ed invitiamo Moschella a correggere immediatamente forma e sostanza, allargando la collaborazione a tutti i medici di base del coordinamento territoriale, a collaborare con i sindaci di Numana e di Camerano e ad invitare tutti i cittadini che siano in grado di muoversi ad usare i punti vaccinali già individuati sul territorio, evitando a tutti perdite di tempo prezioso.


Da Gruppo Consiliare XSirolo

Paola Babini - Fabia Buglioni - Roberto Marinelli





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 31-03-2021 alle 17:08 sul giornale del 01 aprile 2021 - 173 letture

In questo articolo si parla di politica, sirolo, Fabia Buglioni, Xsirolo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bVoj





logoEV