Autorità portuale, via Giampieri. Azione: "Perplessi e delusi"

1' di lettura Ancona 16/04/2021 - Il cambio al timone della presidenza dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale - l’ente che raggruppa e controlla i porti di Ancona, Falconara, Pescara, Pesaro, San Benedetto del Tronto e Ortona - ci lascia perplessi e delusi.

Alla sua guida Rodolfo Giampieri è stato un Presidente competente, una persona benvoluta da tutti che ha rilanciato in nome di Ancona e il suo porto, un professionista rispettato e operoso che avrebbe dovuto continuare il suo stupendo lavoro all’Autorità Portuale e che andrebbe solo ringraziato. Quello che ci preoccupa di più non è la scelta della persona ma la natura della nomina di Matteo Africano: una risoluzione unicamente ed esplicitamente politica, imposta da Roma senza tenere minimamente conto della territorialità, della competenza e assecondata passivamente da Acquaroli.

Una decisione irresponsabile nei confronti dei marchigiani che noi di Azione ci auguriamo non produca danni economici alla nostra regione poiché, a quel punto, la sconfitta sarebbe totale: il pericolo che s’intravede all’orizzonte è quello di uno spostamento degli interessi economici all’esterno delle Marche a favore dell’asse Abruzzo-Civitavecchia. Marche in Azione si schiera contro questa ennesima nomina politica, figlia dell’irresponsabilità verso il proprio territorio e della mancanza di rispetto per la competenza ed il lavoro svolto finora.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-04-2021 alle 17:46 sul giornale del 17 aprile 2021 - 251 letture

In questo articolo si parla di politica, azione, comunicato stampa, Marche in Azione

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bXWu





logoEV
logoEV