Comitato Mezzavalle Libera: "Continua la farsa della prenotazione dei posti nelle spiagge libere"

2' di lettura Ancona 22/04/2021 - Il Comitato Mezzavalle Libera, da sempre impegnato per la libera fruizione del litorale e attento alla sua tutela ambientale, si dice contrario all’utilizzo dell’applicativo per la prenotazione delle spiagge libere.

La passata stagione ha dimostrato chiaramente che, nonostante la cospicua affluenza sulle spiagge, non si sono riscontrati aumenti nel numero dei contagi. La massiccia campagna vaccinale, lo stare all’aria aperta e il mantenimento delle regole sul distanziamento sono già premesse sufficienti a garantire un accesso sicuro alle spiagge, come avviene in altri luoghi pubblici. Utilizzare l’applicativo e limitarlo alle sole spiagge della Riviera del Conero, lasciando liberamente fruibili gli altri lidi dorici, crea una base ambigua per una gestione limitata e privatistica delle spiagge libere nel tempo.

Numerose sono state le criticità riscontrate nell’app I-BEACH la scorsa estate:

1. Incomprensibili e pericolosi stalli insabbiati o portati via dalle prime mareggiate nella spiaggia di Mezzavalle;

2. Assembramenti incontrollati soprattutto presso gli stabilimenti balneari di Portonovo;

3. Accessi totalmente incontrollati via terra e via mare;

4. Iniquità nel prenotare e totale mancanza di trasparenza, che ha favorito i soliti furbetti del digitale.

Se lo scorso anno, di fronte ad una pandemia sconosciuta, per cause di forza maggiore si è accettato l’uso dell’applicazione, oggi ribadiamo la sua totale inutilità per le spiagge libere, denunciando lo sperpero di denaro pubblico nei provvedimenti adottati dal Comune che non hanno di certo garantito il contingentamento delle presenze, nè la tutela ambientale come propagandato.

La recente decisione del Comune di indire una nuova gara di appalto per la gestione delle spiagge libere deve comunque permettere:

- per i residenti la possibilità di prenotare almeno 1 giorno prima dei non residenti;

- la possibilità di prenotare per fasce orarie;

- la possibilità di effettuare prenotazioni continuative, per consentire a tutti, residenti e turisti, di recarsi al mare anche in giornate consecutive e anche nella medesima spiaggia.

Ribadiamo, infine, come Comitato Mezzavalle Libera, i punti cardine per favorire un turismo sostenibile nella baia di Portonovo: aumentare il servizio di trasporto pubblico a basso impatto e creare percorsi alternativi (pedonali e ciclabili) per decongestionare il traffico di mezzi privati; limitare lo stazionamento delle imbarcazioni, controllandone il distanziamento consentito; favorire l’istituzione dell’Area Marina Protetta.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-04-2021 alle 16:18 sul giornale del 23 aprile 2021 - 164 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comitato Mezzavalle Libera, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/bYXk





logoEV