Camerano: tariffa rifiuti in calo per le famiglie

2' di lettura 09/06/2021 - Grazie al buon risultato di raccolta differenziata, i minori costi di smaltimento e l’utilizzo del saldo del contributo ottenuto dalla Regione Marche per l’avvio del progetto di tariffazione puntuale, è stato possibile impostare un piano finanziario che prevede per l’anno 2021 un'ulteriore riduzione delle tariffe a carico delle famiglie, registrando una controtendenza rispetto al generale aumento a livello Provinciale e Regionale.

Il bollettino della prima rata arriverà a fine Luglio, la seconda a Ottobre, il saldo a Gennaio 2022. Andando ad analizzare i dati delle tariffe domestiche, è possibile rilevare che tutte le fasce di costo previste per le famiglie (considerando immobili tra 50 e 180 mq) hanno una riduzione media totale del 9% rispetto all’anno 2020, con un’incidenza di sconto maggiore per le famiglie numerose. Se prendiamo in considerazione, ad esempio, un nucleo famigliare composto da 4 persone che risiede in un appartamento di 90 mq, la tariffa base (esclusa iva e addizionale provinciale) dovrebbe assestarsi su circa € 70 annui (€ 6 mensili) che rappresenta una variazione in diminuzione di circa il 9% rispetto al 2020, mentre per un nucleo familiare di 6 persone la tariffa sarà di circa € 74 con uno scostamento del 10%.

Rimane invariato il meccanismo con il quale la tariffa può cambiare in base al comportamento del singolo utente: se l’utenza ha una produzione elevata di rifiuto indifferenziato e soprattutto se lo stesso risulta con delle “non conformità”, dovrà corrispondere una tariffa più alta rispetto a chi rimarrà nei parametri previsti dal Piano Tariffario. Quindi, in alcuni casi, si potrebbe verificare la situazione in cui la rata è uguale o maggiore degli anni passati. Ricordiamo che la misurazione per la tariffazione riguarda solamente il rifiuto secco indifferenziato, mentre non ci sono addebiti per i rifiuti conferiti di plastica, carta, vetro, umido, verde, ingombranti. Per le famiglie in situazione di disagio economico e con determinati requisiti, è possibile rivolgersi all’Ufficio Servizi alla Persona per valutare un contributo che sarà erogato direttamente dal Comune in base alle situazioni soggettive e oggettive del richiedente.

Purtroppo il complesso ed intricato sistema di norme, sommato a tutta una serie di fattori tecnici, economici, burocratici (ricomposizione del piano finanziario in base a nuove direttive dell’autorità tariffaria, spese di gestione crescenti, morosità, servizi aggiuntivi covid, etc…) e non in ultimo l’emergenza covid, non hanno facilitato il lavoro di indirizzo politico ed amministrativo, ma le decisioni e le buone pratiche di gestione intraprese in questi anni hanno portato il Comune di Camerano a creare quel giusto equilibrio di sostenibilità ambientale e convenienza economica che rende compatibile i bilanci delle famiglie con i costi complessivi e le esigenze dell’impresa che garantisce il servizio.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-06-2021 alle 16:03 sul giornale del 10 giugno 2021 - 139 letture

In questo articolo si parla di attualità, camerano, Comune di Camerano, TARI, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b6yx