Elica, presidio dei lavoratori sotto la prefettura, Mangialardi: “Difendere il lavoro da ogni sorta di speculazione finanziaria”

1' di lettura Ancona 11/06/2021 - “Siamo ancora una volta qui, a fianco dei lavoratori dell’Elica e delle organizzazioni sindacali per chiedere il ritiro del Piano industriale presentato dall’azienda, che, con i suoi propositi di delocalizzazione delle linee produttive in Polonia, mette a rischio oltre 400 posti di lavoro.

Le vaghe aperture fatte a mezzo stampa dal management aziendale non hanno, a oggi, diradato le fosche nubi sul futuro di tante famiglie. Chiediamo che al tavolo di confronto con le parti sociali, in programma lunedì 14, la giunta regionale, dopo le troppe timidezze di questi mesi, sappia rappresentare e far valere le ragioni del territorio fabrianese affinché siano difesigli attuali posti di lavoro negli stabilimenti di Cerreto d’Esi e Mergo da ogni sorta speculazione finanziaria”.

A dirlo è il capogruppo regionale del Partito Democratico Maurizio Mangialardi, che ha preso parte venerdì mattina al presidio organizzato sotto la prefettura di Ancona dal Coordinamento sindacale unitario di Elica.


da Maurizio Mangialardi Capogruppo regionale PD - Assemblea Legislativa delle Marche







Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2021 alle 16:00 sul giornale del 12 giugno 2021 - 150 letture

In questo articolo si parla di lavoro, politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/b6Vm





logoEV
logoEV