Come cambia il lavoro ai tempi della robotica

ragioniera ufficio lavoro computer 3' di lettura Ancona 14/07/2021 - Quella che stiamo vivendo è un'epoca di enormi cambiamenti. Lo sviluppo tecnologico, digitale e di conseguenza robotico sta influenzando quasi tutti i settori della nostra vita, su tutti il mondo del lavoro. Tanta gente è preoccupata dalla possibilità che la macchina possa sottrarre all'uomo dei posti lavoro.

Questa teoria viene immediatamente smentita poiché è fondamentale considerare che l'essere umano possiede caratteristiche che la macchina non potrà mai avere. Questi valori di tipo mentale sono la creatività, l'emotività e l'elasticità. I robot quindi non potranno mai sostituire l'uomo, al massimo potranno supportarlo attraverso una fruttuosa coesistenza che favorirà una crescita di prestazioni lavorative.

Prendiamo come esempio l'Ospedale di Torrette di Ancona, il primo nelle Marche dotato di un robot in grado di eseguire complesse operazioni chirurgiche.

Il primo caso di robotica ospedaliera nelle Marche

Alla fine del 2014 questo ospedale ha iniziato ad usufruire delle prestazioni di un robot in grado di effettuare complessi interventi di chirurgia ginecologica. Il robot "Da Vinci Si" è divenuto ormai il fiore all'occhiello del Torrette di Ancona. Costato circa 3 milioni di euro, consente di intervenire sulle patologie oncologiche benigne e maligne, riuscendo a limitare tutte le problematiche di una chirurgia invasiva. Con queste operazioni il dolore e soprattutto il sanguinamento sono ridotti al minimo. Non solo. Un altro vantaggio del Da Vinci Si deriva dall'abbattimento dei tempi d'attesa dei pazienti. Attraverso la velocità e la qualità dell'intervento robotico, si è riusciti a raddoppiare il numero di ricoveri dimezzando però le tempistiche, favorendo quindi il taglio delle lunghe liste d'attesa. Oltre la già citata ginecologia, Da Vinci Si ormai è in grado di operare anche nel campo della chirurgia epatobiliare, pancreatica, urologica, cardiaca, otorinolaringoiatrica e generale.

La robotica industriale sempre più automatizzata

Il settore lavorativo più coinvolto e condizionato dallo sviluppo tecnologico e robotico è sicuramente il settore industriale.

Nella produzione automatizzata industriale è opportuno distinguere due differenti tipi di robotica. La programmazione, le capacità operative e le funzioni di sicurezza sono i fattori fondamentali che permettono la suddivisione della robotica industriale in robotica tradizionale e robotica collaborativa.

Robotica tradizionale

I robot tradizionali, utilizzati per esempio nell'industria automobilistica, sostituiscono completamente la produttività dell'essere umano attraverso una completa automazione del processo. Questi particolari robot hanno quindi capacità di lavoro elevate che permettono l'ottimizzazione delle tempistiche. Dal punto di vista prettamente fisico, occupano notevole spazio e solitamente viene creato per loro un apposito ambiente di lavoro all'interno della fabbrica, provvisto di specifici sistemi di sicurezza.

Robotica collaborativa

I robot programmabili collaborativi permettono una piena coesistenza tra l'uomo e la macchina. I cosiddetti "cobot" sono sviluppati, progettati e programmati per lavorare a stretto contatto con l'essere umano. I cobot sono infatti gestiti e supervisionati direttamente dagli operai dell'azienda stessa, in base alle esigenze e al tipo di lavoro da effettuare. Questi tipi di robot supportano l'operaio in specifiche attività e mansioni considerate magari pericolose o ripetitive, creando i presupposti per un ambiente di lavoro innanzitutto sicuro e poi efficiente.

Conclusioni

Bisogna partire dal presupposto che una coesistenza tra essere umano e macchina può solo portare diversi vantaggi. Infatti l'intelligenza umana coadiuvata dall'efficienza meccanica dei robot, può garantire un netto miglioramento delle prestazioni lavorative. E' infatti davvero impensabile che l'uomo venga completamente sostituito dall'automazione e che quindi possa perdere addirittura posti di lavoro. In Italia l'esempio più evidente è quello dell'ospedale di Torrette di Ancona. Questo ospedale adopera ormai da diversi anni un robot in grado di intervenire chirurgicamente in maniera veramente efficiente e veloce, riducendo nel paziente dolore e sanguinamento. Favorendo l'aumento dei ricoveri ma diminuendo le tempistiche. Un esempio come un altro per evidenziare quanto sia importante la collaborazione tra l'essere umano e l'automazione soprattutto dal punto di vista economico.






Questo è un articolo pubblicato il 14-07-2021 alle 12:36 sul giornale del 14 luglio 2021 - 63 letture

In questo articolo si parla di attualità, lavoro, redazione, computer, ufficio, articolo, ragioniera

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cakz





logoEV
logoEV