Raddoppio SS16, Rossi: "Svincolo del Tesoro già superato da un percorso approvato nel 2015"

2' di lettura Ancona 29/07/2021 - L’idea dello svincolo della Variante alla Statale 16 in via del Tesoro è superata, anche per preservare l’area dal punto di vista ambientale e naturalistico.

Proprio per questo nel 2015 il Consiglio comunale aveva approvato il progetto di un tracciato alternativo, parallelo alla Variante nella zona a monte di Palombina Vecchia, Palombina Nuova e Collemarino, che si innesterebbe nella Statale 16 all’altezza dello svincolo del Taglio di Torrette. A rispondere all’esponente di Cittadini in Comune sono l’assessore all’Urbanistica Clemente Rossi, che aveva seguito la vicenda sin dalla precedente legislatura, e l’assessore alla Viabilità Romolo Cipolletti, che nel 2015 aveva proposto la mozione per la nuova bretella, poi approvata dal Consiglio.

«CIC dimentica che l'opera in questione è di carattere nazionale – è la dichiarazione dell’assessore Rossi –. Dimentica anche che ci siamo battuti, in più di una occasione, a livello di Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e di Anas Direzione Centrale e locale, d'intesa con il Comune di Ancona, Provincia e Regione per ribadire la necessità dell'opera, sia in chiave di sicurezza (troppi sono stati gli incidenti anche mortali) che di fluidità del traffico, soprattutto commerciale, con il capoluogo, l'area portuale e il sud delle Marche. Porre il problema a mo' di veto, oltre che essere anacronistico, è sicuramente provinciale e campanilistico. Con ciò non abbiamo fatti passi indietro, come amministrazione. Sosteniamo sempre l'esigenza di raccordare le aree alte della città con la Variante, al fine di fluidificare e alleggerire il traffico sulla città. Occorre, però, garantire e tutelare, sul piano ambientale e naturalistico via del Tesoro, vero bene da preservare del nostro territorio. È per questo che siamo giunti anche ad ipotizzare, d'intesa con Ancona e naturalmente di Anas compartimentale, una sorta di bretella parallela al nuovo tracciato».

«L’idea di tale bretella – aggiunge l’assessore Cipolletti – è stata approvata con l’atto numero 84 del 3 dicembre 2015 dal Consiglio comunale, che ha votato favorevolmente la mozione da me presentata in qualità di consigliere. Il progetto sarà oggetto di un prossimo incontro con la Regione». L’amministrazione comunale confida che, nell'ambito del 'work in progress’ dei lavori di ‘quadruplicamento’ (ossia per la realizzazione delle quattro corsie della Variante), si possa dare soluzione anche a questa esigenza.

«È proprio il contrario di quanto sostiene arbitrariamente e maliziosamente Cic – concludono gli assessori – e una maniera coerente di aderire agli indirizzi votati dal nostro Consiglio comunale. L’auspicio è che nell’ambito dei lavori per il raddoppio si possa tener conto delle esigenze delle comunità di Falconara e Ancona, con l’ipotesi che la realizzazione della nuova bretella possa rientrare nei finanziamenti già stanziati per l’opera principale».






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2021 alle 15:13 sul giornale del 30 luglio 2021 - 214 letture

In questo articolo si parla di politica, falconara marittima, Comune di Falconara Marittima, raddoppio SS 16, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccEk





logoEV
logoEV