Torna Cinematica: dal 6 all’8 agosto la seconda parte del festival

5' di lettura Ancona 29/07/2021 - Tra gli ospiti: il danzatore e coreografo israeliano SHARON FRIDMAN, il coreografo ENZO COSIMI tra i più autorevoli della scena della danza italiana, il regista VIRGILIO VILLORESI, il visual artist polacco ARI DYKIER e una rosa di audiovisual artists tra i più interessanti del panorama contemporaneo europeo

Il coreografo israeliano di fama mondiale Sharon Fridman, il danzatore e coreografo tra i più autorevoli della scena contemporanea italiana Enzo Cosimi, il regista Virgilio Villoresi e il visual artist polacco Ari Dykier sono alcuni dei più attesi protagonisti della 8^ edizione di Cinematica Festival, dal 6 all’8 agosto alla Mole Vanvitelliana di Ancona, che nel rispetto delle ultime restrizioni per il contenimento della pandemia del Covid-19, ha voluto esserci con una programmazione ancora più forte. La seconda parte del Festival si intitola Cinematica Live e Digital Experience e sarà dedicata all’esplorazione di lavori di artisti che riflettono sulla relazione tra live e digital performing. Da inizio febbraio, durante il secondo lockdown di questa pandemia, una attenta programmazione online ha accompagnato il pubblico, entrando nell'immaginario di artisti come Francesca Fini, Paolo Bragaglia, Pietro Cardarelli, Simona Lisi e Nicoletta Cabassi. Approdiamo quindi alla visione dal vivo di spettacoli e installazioni che coinvolgono il pubblico con performance fortemente coinvolgenti, o per impatto fisico o per invenzione tecnologica.

«Dopo un anno e più di pandemia sono ormai molte le esperienze di riscrittura performativa legate alla fruizione virtuale - ha detto la direttrice artistica, Simona Lisi -, attraverso la call for artists abbiamo scelto un insieme di proposte molto interessanti che insieme ad altri artisti scelti per la loro forza e visionarietà, rappresentano un' opportunità unica di visionare in questi tre giorni una rosa di lavori emblematici del panorama artistico contemporaneo. Abbiamo voluto forzare la mano proprio sulla corporeità, in questo periodo dove il corpo viene messo a repentaglio dal distanziamento e dalla paura del contagio, presentando artisti che mettono al centro della propria ricerca il corpo nelle sue sfaccettature più forti e anche nascoste, da un lato la pelle, il tocco, dall'altro la spinta, lo scandalo, la forza dell'abbraccio».

IL PROGRAMMA

Ad aprire il Festival, venerdì 6 agosto, sarà con il talk TRUTH or DARE: la sfida del digitale per gli artisti delle arti performative, con alcuni tra i massimi esperti del Digital Performing con il team dell’ Università di Urbino guidato dalla professoressa Laura Gemini insieme a Federica Patti, curatrice di Digitalive del Festival RomaEuropa e a diversi interventi tra cui quello di Carlotta Tringali dell’Amat che ci parlerà dell’esperienza di Marche Palcoscenico Aperto, un bando che ha coinvolto 60 artisti marchigiani nella reinvenzione digitale del loro lavoro.

Si passerà poi alla Installazione Live & Digital che presenta installazioni audiovideo di artisti scelti tramite la Call for Artists del Festival, tutte esperienze visive e audio che si relazionano al corpo performativo, in una meravigliosa esperienza immersiva, una sorta di WUNDERKAMMER contemporanea creata in collaborazione con STARK, un'eccellenza del nostro territorio e Distori Heritage dell'Università Politecnica delle Marche: Daniele Spanò, Sandrine Deumier, Eleonora Manca, Flavia Mazzanti, Ursula San Cristobal. L’esposizione che durerà per i 3 giorni del festival va ad aggiungersi alla mostra CamerAnimata che si svolge fino all’8 agosto nelle Sale Vanvitelli.

Sempre il 6 agosto, inizia anche il laboratorio Funkhaus Heiner Müller un progetto di Roberto Paci Dalò per tre giorni alla sala Polveri in collaborazione con ACUSMATIQ Festival, Teatro Comunale Città di Vicenza e Marche Teatro. In serata due spettacoli che coniugano il lavoro vocale con il digitale: Serena Dibiase, poetessa e musicista con il suo lavoro Magnetica, un’esperienza sonora con macchine elettroniche e la cantante jazz Ludovica Manzo con lo spettacolo Serpentine insieme alla videomaker Loredana Antonelli, in collaborazione con l’Amat.

Sabato 7 agosto triplo appuntamento: alle 19.00 la serata finale della Videodanza con la proiezione dei filmati vincitori dell’edizione 2021 ovvero 14 brevi film di danza provenienti da tutto il mondo che saranno giudicati dalla Giuria di Qualità costruita dal coreografo Enzo Cosimi, il regista e videomaker Virgilio Villoresi e la dramaturg Maria Paola Zedda. Inoltre, Stefania Di Paolo autrice del format Talk with Dance guiderà la serata finale dove il pubblico è chiamato a votare ed eleggere il film preferito. Alle 21.30 uno spettacolo forte, provocatorio, che continua idealmente quelle ricerca sul tocco che abbiamo iniziato a giugno trasformandolo in spinta, urto, impatto: Bastard Sunday uno spettacolo di Enzo Cosimi dedicato a Pierpaolo Pasolini, uno dei più importanti coreografi italiani e una performer di straordinaria bravura, Paola Lattanzi (premio “Tersicore” come migliore interprete contemporanea 2015 con “Sopra di me il diluvio” sempre di di Enzo Cosimi, un assolo che l’anno precedente vinceva il premio “Danza & Danza” come miglior spettacolo italiano). La lunga giornata di sabato finisce con una delle due presenze internazionali del festival, un set audiovideo con l’artista polacco Ari Dykier, dalla ricerca visiva ipnotica e d'impatto, in collaborazione con Amat.

Domenica 8 agosto si inizia alle 19.00 con la performance finale del laboratorio di Roberto Paci Dalò svolto in collaborazione con Acusmatiq Festival con la diretta radio di Usmaradio. Alle 21.30 infine uno spettacolo importante, il vero fiore all'occhiello di questa edizione 2021, la presenza del coreografo internazionale, Sharon Fridman con due dei suoi lavori più interessanti: due duetti di rara bellezza, una danza selvaggia, fisica e potente che finisce per celebrare con un abbraccio questa lunghissima doppia edizione del festival che avrà ancora una coda ad agosto nei luoghi del terremoto.

Per il programma completo www.cinematicafestival.com.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-07-2021 alle 19:20 sul giornale del 30 luglio 2021 - 153 letture

In questo articolo si parla di cultura, cinematica, cinematica festiva, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ccHo





logoEV