contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Al via Adriatico Mediterraneo Festival, si parte con il concerto all’alba al Passetto del Duo Bottasso

5' di lettura
241

L’Albania tra passato e presente al centro della XV edizione della manifestazione. Martedì 17 l’anteprima con il docufilm Portolani di Paolo Zitti. Mercoledì 18 l’inaugurazione: il Duo Bottasso per il concerto all’alba al Passetto, gli incontri negli spazi del Lazzaretto nel pomeriggio, Danilo Rea protagonista della serata alla corte della Mole

l via la XV edizione di Adriatico Mediterraneo Festival. L’Albania tra passato e presente e le sue relazioni con l’Italia al centro della manifestazione, che si presenta anche come un invito a conoscere questo straordinario paese, testimone negli ultimi cinquant’anni di un’evoluzione e mutamenti sociali e storici rilevanti, proprio nell’anno in cui l’Albania è alla presidenza di turno della Macroregione Adriatico Ionica.

L’anteprima del Festival: il film documentario Portolani di Paolo Zitti

L’inaugurazione del 18 agosto anticipata dall’anteprima: la proiezione della pellicola Portolani di Paolo Zitti, Ruben Lagattolla, Carla Marcellini, per le musiche di Mateus Brandao, martedì 17 agosto alle 21.30 a Spazio Cinema Mole. L’ambiente portuale, fatto di movimenti di grandi macchinari e piccoli gesti manuali, raccontato dal punto di vista di chi ci vive e ci lavora. Una realtà spesso sconosciuta agli stessi abitanti delle città portuali. Un appuntamento nato in collaborazione con Lazzabaretto Cinema. (Ingresso euro 4, biglietti sul luogo dell’evento).

Il concerto al Passetto: musica all’alba con i fratelli del Duo Bottasso

Si parte poi mercoledì 18 agosto all’alba per la cinque giorni di spettacoli, incontri, cinema ed arte. Come da migliore tradizione AdMed a dare il buongiorno la musica dei concerti alla scalinata del Passetto, alle 6. Si inizia con Duo Bottasso in concerto. Due fratelli musicisti partiti dalla musica da ballo dell’area occitana d’Italia per inoltrarsi nei sentieri della nuova composizione e dell’improvvisazione in un continuo “Crescendo”, utilizzando il titolo, non a caso, del primo album. Il Duo è sempre alla ricerca di una mediazione tra la delicatezza sui propri strumenti e la dirompente energia che non manca mai ai due giovani musicisti: tutto questo unito dalla complicità propria di due fratelli legati dal desiderio di mantenere in costante evoluzione la tradizione della loro terra d’origine. I concerti al sorgere del sole proseguiranno poi per tutta la durata del Festival.

Gli incontri di mercoledì 18 agosto: il progetto sperimentale di Different waves ed i diritti umani negati in Egitto

La prima giornata prosegue alle 18 in Sala Polveri, alla Mole, calandosi nelle profondità delle onde con Different waves (replica alle 19.15), uno spettacolo musicale per flauti e suoni elettronici uniti ai suoni sottomarini registrati dall'idrofono posizionato per 7 mesi al largo di Rimini. Un concerto si svolgerà nell’ambito del progetto europeo interregionale Italia Croazia soundscape sull’inquinamento acustico in alto Adriatico in collaborazione con la Fondazione Cetacea onlus. Alle 19, a Spazio Cinema Mole, il primo dei grandi incontri di Adriatico Mediterraneo Festival dedicato ai diritti umani. Cinque anni dopo la consegna del Premio AdMed 2016 ai genitori di Giulio Regeni, si torna a parlare di Egitto con Amnesty International. Il portavoce nazionale dell’associazione Riccardo Noury dialogherà con il giornalista, autore di numerosi reportage dal paese nordafricano, e scrittore Pierfrancesco Curzi ed il responsabile Amnesty International Marche, Fabio Burattini sul tema Egitto: strategia del silenzio. Da Ahmed Samir a Patrick Zaki.

Danilo Rea e l’Orchestra femminile del Mediterraneo in un viaggio Verso Sud per la prima serata del Festival

La prima serata di Adriatico Mediterraneo Festival si intreccia con la conclusione della rassegna Sensi d’Estate del Museo Tattile Omero di Ancona ed il palco della Corte della Mole Vanvitelliana è per Danilo Rea che accompagnerà il pubblico Verso Sud insieme all’Orchestra femminile del Mediterraneo. L’eclettico pianista, maturato attraverso la carriera come jazzista e oculate scelte musicali, audaci quanto originali, pescherà nel suo repertorio che non conosce limiti di genere dodici suoi brani arrangiati dal suo collaboratore e violino solista Marcello Sirignano. Insieme al pianoforte solista di Rea, un’orchestra d'archi, oboe, clarinetto, violino jazz, basso e batteria, che daranno risalto alle composizioni di Rea, che sono un equilibrio perfetto tra lirismo melodico e spiccato senso ritmico.

Un festival sicuro, per tutti

Anche quest’anno Adriatico Mediterraneo intende garantire ai partecipanti un’esperienza piena e sicura. Come disposto dal decreto legge del 23 luglio 2021, n. 105, dal 6 agosto l’accesso agli spettacoli sarà consentito solo ai possessori di Green Pass.

I minori di 12 anni e gli esenti con idonea certificazione medica possono accedere senza esibire il Green Pass. Il personale del Comune di Ancona è autorizzato alla verifica dei documenti richiesti nelle modalità prevista dalla legge.

Biglietteria e prezzi

I biglietti per i concerti alla Corte della Mole (10 euro – James Senese euro 20) e per lo spettacolo Different Waves (3 euro) saranno in vendita su www.vivaticket.com . La biglietteria sarà aperta anche sul luogo degli eventi da 1 ora prima. I biglietti del docufilm Portolani (euro 4) saranno in vendita sul luogo della proiezione a cura di Lazzabaretto Cinema.

Gli eventi gratuiti saranno prenotabili su https://www.eventbrite.it/ , max posti disponibili 85. Per gli eventi alla Mole in Sala Boxe e in Sala Polveri max 40 posti. Infoline: +393534139087





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-08-2021 alle 16:34 sul giornale del 17 agosto 2021 - 241 letture