Caos scuolabus a Falconara, Calcina: "Regione prima responsabile, a ruota il Comune"

2' di lettura Ancona 16/09/2021 - Facile “adire alle vie legali” per Regione Marche e il Sindaco di Falconara Marittima. Con la chiassosa iniziativa si tenta di coprire il danno ed il disagio subito dalle famiglie.

Il danno lo ha fatto la ditta Tundo che ha vinto l’appalto ma esistono dei controllori che, per tempo, potevano porre rimedio ad un caos annunciato. Annunciato perché da diverse settimane, la ditta in questione ha “un’aspra vertenza con gli autisti per via degli stipendi non pagati“, come ha riportato molta Stampa. Ma se di questa situazione che qualifica negativamente la ditta stessa (ed era prevedibilissimo che ci sarebbero state ripercussioni sulla qualità e la fornitura del servizio) ne era al corrente la Stampa, possibile che non ne fosse al corrente la Regione Marche?

Possibile che l’Assessorato responsabile in Regione, almeno una settimana prima dell’inizio dell’anno scolastico, non abbia sentito la responsabilità di alzare il telefono per parlare con le Organizzazioni sindacali che gestiscono quella vertenza e capire le tempistiche della vertenza? Ci sarebbe stato il tempo per adottare un servizio in emergenza poiché con quel tipo di vertenza in essere non si può arrivare alla vigilia dell’inizio dell’anno scolastico fidandosi solo delle rassicurazioni della ditta appaltatrice. Il servizio di scuolabus coinvolge bambini e famiglie!

Fin qui la Regione. Il Sindaco di Falconara non può stare con le mani in mano perché “intanto ci pensa la Regione che ha gestito tutto l’appalto”, perché se la Regione non ci pensa (come è avvenuto) le ripercussioni le pagano gli alunni e le famiglie di Falconara. Se ci fossimo stati noi ad Amministrare, visti i precedenti della ditta appaltatrice rilevabili da tutti i quotidiani nazionali nonché dalle Delibere di Giunta di diversi Comuni italiani, avremmo monitorato autonomamente la situazione e richiamato la Regione ad intervenire una settimana prima! Un Comune, un Sindaco, lo deve fare anche se non è tenuto a farlo! Il Sindaco Signorini lo doveva fare per rispetto degli studenti e delle loro famiglie!


Da Loris Calcina - Capogruppo consiliare CiC/FBC/SAF





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-09-2021 alle 16:18 sul giornale del 17 settembre 2021 - 152 letture

In questo articolo si parla di politica, Loris Calcina, comunicato stampa, CiC/FBC/SAF

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cjAF





logoEV