contatore accessi free

Attacco alla Cgil nazionale, presidio ad Ancona: "Sciogliere tutte le formazioni neofasciste"

1' di lettura Ancona 10/10/2021 - Presidio, questa mattina, davanti alla sede della Cgil di Ancona, dopo i gravi episodi accaduti ieri a Roma.

Un presidio che ha riguardato tutte le sedi delle Camere del Lavoro nelle Marche come nel resto d’Italia. Circa 200 persone, oggi, hanno voluto testimoniare la vicinanza alla Cgil, anche con tanti messaggi di solidarietà. Alla manifestazione, oltre a Marco Bastianelli, segretario generale Cgil Ancona, ha preso la parola anche la presidente Anpi di Ancona, Tamara Ferretti.

“E’ stato un duro attacco alla democrazia, un episodio inedito nella storia repubblcana – dichiara Bastianelli – .E’ il momento di rafforzare l’impegno antifascista, specie in una fase di cambio generazionale. Queste vicende confermano che la democrazia non è mai acquisita per sempre ma va difesa ogni giorno”.

Bastianelli ricorda che il “primo impegno è la manifestazione nazionale di sabato prossimo, insieme a Cisl e Uil, a Roma, per dire no alla violenza e per difendere la democrazia dagli attacchi di violenti e neofascisti. L’attacco alla Cgil e al sindacato è l’attacco al lavoro e a tutta la rappresentanza del lavoro come cuore della democrazia. Chiediamo l’immediato arresto dei responsabili e lo scioglimento di tutte le formazione neofasciste”.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2021 alle 12:25 sul giornale del 11 ottobre 2021 - 173 letture

In questo articolo si parla di attualità, sindacati, cgil ancona, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cnCK





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode