All'anconetana Iotalab il Premio Innovazione allo Smau 2021

2' di lettura Ancona 13/10/2021 - C’è anche l’azienda anconetana Iotalab tra le stelle marchigiane del Premio Innovazione Smau 2021 conferito martedì nel corso dello Smau Live Show alla Fiera di Milano.

Un riconoscimento al Safety Bubble Device, dispositivo che monitora il distanziamento sociale, presentato ufficialmente proprio alla Smau dopo essere stato sviluppato contando sulla collaborazione con EDiM - Engineering Die-casting & Machining, società del Gruppo Bosch all’avanguardia nel settore della pressofusione e lavorazioni meccaniche per la grande industria, in particolare automotive.

Il Safety Bubble Device è stato introdotto in EDiM, nella sede principale di Villasanta (MB), durante la prima ondata di pandemia COVID-19. I collaboratori sono stati dotati del dispositivo elettronico con tecnologia Bluetooth che consente di allertare i dipendenti quando vengono superate le distanze di sicurezza tra colleghi (almeno a 1,5 metri di distanza interpersonale, salvaguardando con tolleranza i limiti del DPCM), tramite vibrazione e segnale acustico e di registrare i contatti a rischio, ovvero quelli che si protraggono oltre i 3 secondi. Il sistema, inoltre, è stato integrato con le termocamere in ingresso e rileva e verifica la temperatura corporea corretta di chi entra in azienda. Al termine della giornata, tramite un’antenna ricevente, vengono scaricati i dati delle così dette “collisioni”, cioè i contatti a rischio verificatisi durante il lavoro.

Il Safety Bubble Device garantisce il rispetto della privacy e dello Statuto dei lavoratori. Infatti, nel caso in cui un dipendente comunichi la positività al virus, l’ATS è l’unico ente autorizzato ad accedere al database e in pochi secondi, tramite il software di analisi, è in grado di ricostruire l’albero dei contatti diretti e indiretti avuti con i colleghi. Al contempo, vengono attivate immediatamente le misure e i protocolli sanitari relativi ai collaboratori interessati. Il Safety Bubble Device è uno strumento semplice, efficiente ed efficace, in grado di mantenere alta l’attenzione del collaboratore e di aumentare la consapevolezza dei propri comportamenti. Una soluzione sicuramente utile durante la pandemia per evitare i rischi di contatto, ma non solo. Attualmente sono in fase di test ulteriori applicazioni del dispositivo. Senza tracciare i collaboratori il Safety Bubble Device può rilevare anche la presenza massima consentita in una stanza, nelle “aree calde” come mensa, corridoi e spogliatoi, aiutando l’azienda nella gestione delle stesse. Oppure, nelle aree di produzione può segnalare eventuali dimenticanze relativamente al corretto utilizzo dei dispositivi di protezione individuali come elmetti, scarpe, giubbotti (monitoraggio attivo dei DPI).






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-10-2021 alle 12:44 sul giornale del 14 ottobre 2021 - 170 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, smau, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cn0i





logoEV
logoEV