Falconara: Il CT Mazzanti della Nazionale femminile Volley incontra gli studenti del Cambi-Serrani: “Essere resilienti non basta, siate proattivi”

3' di lettura 19/10/2021 - Evento eccezionale per gli studenti del liceo  Cambi-Serrani di Falconara Marittima che hanno potuto incontrare l'allenatore della nazionale femminile di volley, vicitore degli ultimi europei e una delegazione del mondo del Sitting Volley

Una giornata di emozioni quella di martedì al Liceo Cambi Serrani, dove gli studenti hanno potuto incontrare il Ct della nazionale di Volley femminile Davide Mazzanti, fresco dell'oro conquistato agli europei giocati in Serbia, a pochissima distanza da un olimpiade che aveva visto le azzurre accontentarsi di un 5 posto, piazzamento prestigioso ma al di sotto delle potenziale delle atlete.

«Abbiamo saputo elabora quella sconfitta- ha spiegato il tecnico Mazzanti agli alunni del Cambi Serrani- bisogna saper accettare la sconfitta. Dobbiamo ricordarci che noi non siamo i nostri errori. Perdere è normale, spesso è solo questione di dettagli, è vincere che è eccezionale. Credo che le ragazze della squadra siano state non solo resilienti, come va di moda dire oggi, ma proattive. Resilienti vuol dire resistere alle difficoltà, che è una cosa importante, ma essere proattivi significa imparare dalle difficoltà e uscirne migliorati. Non serve essere ottimisti e guardare il bicchiere mezzo pieno. Dobbiamo essere pratici e berci il bicchiere. Il bicchiere di Tokyo faceva schifo e abbiamo ancora l'amaro in bocca, ma abbiamo accettato quella sconfitta e abbiamo potuto pensare alla vittoria».

Un intervento in cui il Tecnico ha voluto condividere tutto il suo aspetto umano con gli studenti che si trovava davanti, raccontando il suo difficile approccio al mondo dello sport e dello studio, quando era un giovane di Marotta, simile ai ragazzi che lo ascoltavano nell'aula magna. «Non riuscivo ad accettare la sconfitta e così ho cambiato tanti sport. Anche a scuola faticavo e mi iscrissi ad un professionale, ma poi i miei prof mi salvarono, insegnandomi la magia i condividere le proprie passioni. È così che ho deciso di allenare la pallavolo. Ho capito che le mie fragilità, le miei insicurezze erano la mia forza. Ho messo il mio talento a disposizione della mia passione. Passione e talento non vanno di pari passo. Datevi tempo per capire se il vostro talento può portarvi a vivere e la vostra passione, e magari non con il ruolo che avevate pensato».

Tra gli intervenuti anche il presidente del Coni Marche, Fabio Luna, il vicepresidente del Cip Marche, Roberto Novelli e il presidente della Fipav Marche, Fabio Franchini. Nell'occasione rappresentnato anche il mondo del Sitting Volley della Pallavolo fermana con Luca Vallasciani e lallenatore Lorenzo Giacobbi: «Nella Sitting Volley italiana non è obbligatorio avere una disabilità per poter giocare. Quindi si gioca insieme tra abili e diversamente abili. Un esempio di inclusività completa che invito ognuno a provare. La Sitting Volley è uno sport praticabile da chiunque».

Ad emozionarsi ai commenti degli ospiti non solo gli studenti che hanno potuto seguire l'incontro dal vivo e anche dalle classi connesse via internet per rispettare le norme anti-covid, anche gli organizzatori, ovvero la dirigente scolastica dell’IIS Cambi-Serrani e sindaco di Falconara, Stefania Signorini e il Presidente del Rotary Falconara Paolo Lovascio.

«Il nostro è anche un liceo Sportivo- ricorda la Dirigente Signorini – Crediamo nello sport non solo per diventare campioni, ma anche come pratica positiva per la crescita e il miglioramento personale, comprese l'inclusione». A ringraziare da parte del Rotary il presidente Paolo Lovascio: «Incontri come questo, che ci parlano di sport e rivincita rappresentano lo spirito del Rotary. Essere là dove ci sono le criticità, ma anche dove ci sono valori di vita e di speranza».


di  Filippo Alfieri
redazione@vivereancona.it







Questo è un articolo pubblicato il 19-10-2021 alle 21:01 sul giornale del 20 ottobre 2021 - 149 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo





logoEV