Ora solare in arrivo, come affrontare il passaggio e tenere a bada i consumi

2' di lettura Ancona 27/10/2021 - Fra sabato 30 ottobre e domenica 31 ottobre si verificherà il passaggio del testimone dall’ora legale all’ora solare. E anche se nei piani europei c’è la possibilità di cancellare a breve questa consuetudine, per quest’anno non ci saranno novità di sorta.

Significa che, come sempre, si dovrà fare i conti con il cambio dell’ora, un passaggio che non è mai morbido né tantomeno indolore, per una serie di motivi che approfondiremo proprio in questo articolo.

Il passaggio all’ora solare e i suoi effetti su corpo e umore

I cambi di stagione non sono mai semplici, e lo stesso discorso vale per il cambio dell’ora. Il passaggio all’ora solare avrà due effetti pratici: da un lato farà sembrare le giornate più corte, ma dall’altro fornirà un’ora di sonno al giorno in più, dato che le lancette verranno spostate indietro di 60 minuti. Si tratta di un passaggio che presuppone diversi cambiamenti, vantaggi e svantaggi. Su alcune persone, ad esempio, potrebbe provocare effetti quali ansia, stress e stanchezza. Viene favorito chi tende a svegliarsi presto la mattina, per via del fatto che – appunto – potrà godersi un sole che sorge prima.

Ad ogni modo, gli effetti del passaggio potrebbero colpire chiunque, e indistintamente. Oltre alle manifestazioni di stress, spesso il cambio all’ora solare provoca stati di irritabilità e di nervosismo, un normale sconvolgimento delle routine alle quali avevamo abituato il nostro corpo, come nel caso degli orari dei pasti. Proprio per questo motivo, si consiglia di prepararsi iniziando ad anticipare la sveglia di 15 minuti circa ogni giorno, per 4 giorni, prima dell’arrivo del 30.

Il rapporto tra ora solare e consumi energetici

Il passaggio all’ora solare venne deciso nel 1966, per portare dei benefici in termini di risparmio energetico. Benefici che oggi appaiono sempre più lontani, il che ovviamente porta le istituzioni a riflettere sull’effettiva utilità di questa consuetudine.

Con le giornate che si accorciano e il buio che arriverà in anticipo, nel tardo pomeriggio, i consumi potrebbero alzarsi, per via del fatto che in casa si avrà bisogno di accendere le luci prima del previsto. Per ovviare a questo problema, si possono considerare alcune soluzioni vantaggiose, come le offerte luce di Accendi luce & gas ad esempio, che permettono di tenere sotto controllo le spese legate ai consumi energetici.

In riferimento agli impianti da scegliere per la propria casa, poi, si potrebbe optare per delle luci LED ad esempio, che oramai, in quanto a durata e consumi, rappresentano una certezza. Un’alternativa altrettanto valida, infine, potrebbero essere le lampade da taverna o da mansarda, ideali soprattutto se si vuole ricreare un’atmosfera intima e rilassante.






Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2021 alle 12:52 sul giornale del 27 ottobre 2021 - 11 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/crUt





logoEV
logoEV