Rossetti, Ciccioli (FdI): "Improcrastinabile un investimento duraturo nel settore della salute mentale"

3' di lettura Ancona 24/11/2021 - "I ripetuti fatti di sangue nelle Marche rendono improcrastinabile un investimento duraturo e strutturale nel settore della Salute Mentale e un diverso indirizzo di intervento”

“Il rinvio a giudizio di Mattia Rossetti, il 27enne che l’8 dicembre 2020 uccise l’amico Michele Martedì infierendo con numerose coltellate, deve imporci qualche riflessione a livello dei Servizi sanitari psichiatrici, visto che iniziano ad essere numerosi, e in un contingentato lasso di tempo, i fatti di sangue così violenti che vedono protagonisti marchigiani che sono seguiti o, comunque, segnalati agli stessi o alle forze dell’ordine”. Questo il commento del capogruppo di Fratelli d’Italia al Consiglio regionale delle Marche Carlo Ciccioli rispetto al cosiddetto “Omicidio del Pinocchio”.

“Rossetti, come ogni buon psichiatra potrà affermare, è un caso di scuola per rappresentare una patologia paranoica conclamata e non curata presto e bene. Ha chiesto scusa dicendosi pentito e di aver capito la gravità dei fatti solo ora che è in cura psichiatrica. L’imputato era ossessionato dall’amico, ex compagno di scuola, e imputava a questi i suoi fallimenti, anche quelli sentimentali. Una perizia della difesa ha evidenziato il vizio totale di mente. Quella della Procura il vizio parziale. In Corte di Assise potrebbe essere disposta una nuova perizia, ora che è stato rinviato a giudizio. Da ciò che si è saputo, Rossetti era stato segnalato per lo stato di gravità e pericolosità dai suoi stessi familiari.

Il mio non vuole essere un attacco strumentale e frontale al servizio pubblico, visto che per oltre 30 anni ne ho fatto parte in qualità di medico psichiatra, conoscendone le virtù, molte, e le carenze, numerose. Ma appare lapalissiano come questi siano impotenti, insufficienti a volte anche svogliati, nel seguire adeguatamente tutte le segnalazioni. Carenza di organico? Certamente. Un certo pressapochismo? Anche, ma non nascondiamoci dietro la classica foglia di fico. L’omicidio Santarelli a Jesi, il ritrovamento della famiglia morta in villa a Macerata, l’omicidio del Pinocchio, i tanti maltrattamenti in famiglia verso genitori, fratelli, coniugi, figli, i suicidi fra i giovani e non solo, i casi di lesioni gravi, spesso e volentieri – confortato dalla mia lunga esperienza sul campo – sono in larga parte evitabili purché si voglia intervenire davvero e non lasciare che la situazione precipiti, con l’alibi delle garanzie giuridiche e delle leggi sui trattamenti psichiatrici. Deve essere chiaro che i servizi psichiatrici e per le tossicodipendenze debbano operare e non lasciare inerti che le cose accadano per difficoltà di intervento e non collaborazione dei pazienti.

In quest’ottica - conclude Carlo Ciccioli - la mozione, che spero sia approvata all’unanimità nella prossima seduta del Consiglio regionale, prevede un necessario e improcrastinabile adeguamento all’Asur della spesa destinata alla Salute Mentale almeno pari alla percentuale della media nazionale (3,5%), prevedendo un progressivo aumento nel triennio sino al 5% previsto dal POSM (Progetto Obiettivo Salute Mentale 1998/2000), mai applicato”.


da Carlo Ciccioli
capogruppo in consiglio regionale FDI



Carlo Ciccioli


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2021 alle 17:36 sul giornale del 25 novembre 2021 - 140 letture

In questo articolo si parla di politica, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cv63





logoEV