Inseminazione artificiale Roma: la clinica con moltissimi casi di successo

medico 2' di lettura Ancona 01/12/2021 - L’inseminazione artificiale è un procedimento attraverso il quale, grazie all’aiuto medico, si potrebbe arrivare ad iniziare una gravidanza anche quando ci sono determinate circostanze e complicazioni che fanno si che questo non riesca ad avvenire in modo del tutto naturale, ovvero attraverso un rapporto sessuale.

L’inseminazione artificiale Roma consiste nella deposizione di spermatozoi all’interno dell’utero della donna, affinché incontrando il gamete femminile riesca a sviluppare la fecondazione.

Una prima distinzione che bisogna fare è fra la fecondazione omologa e quella eterologa: in quella omologa i gameti (spermatozoi e ovuli) appartengono entrambi alla coppia che ha richiesto l’inseminazione, mentre in quella eterologa, uno dei due gameti è esterno alla coppia, a causa di sterilità o di patologie che non permettono a uno dei due di poter procreare.

Quali sono i passi per arrivare all’inseminazione artificiale Roma nella clinica Raprui

Si inizierà con una consulenza nella quale verrà presa in esame la storia clinica della coppia per determinare quali potrebbero essere le cause dell’impossibilità del portare a termine una fecondazione in modo del tutto naturale.

A questo punto si procederà con gli esami accurati che dovranno essere sostenuti per confermare le eventualità e decidere se si deve procedere con l’inseminazione o se è necessario provare altri tipi di terapia.

Qualora si dovesse decidere che l’inseminazione è la tecnica che fa al caso della coppia, si monitorerà l’ovulazione che avverrà in modo naturale o sarà provocata attraverso la somministrazione di farmaci studiati appositamente per farla succedere.

Nel frattempo si preleveranno i campioni di spermatozoi da inseminare. Per garantire una buona riuscita, prima di fornire gli spermatozoi, è opportuno astenersi dai rapporti sessuali per 4 giorni.

Durante il periodo di ovulazione si procederà con l’inseminazione artificiale, ovvero l’inserimento intrauterino di un gamete maschile che andrà a incontrare, percorrendo la tuba, un gamete femminile attraverso un apposito strumento.

Solitamente la percentuale di successo della buona riuscita della fecondazione si aggira intorno al 10 o al 15%. Se dopo 3 o 4 tentativi di inseminazione la fecondazione non accadesse, sarà rivalutato il caso e si consiglierà alla coppia la fecondazione in vitro.

Con questa tecnica si andrà a creare l’embrione in provetta e una volta ottenuto si procederà con l’inseminazione di quest’ultimo successivamente alla fecondazione.

Per richiedere i servizi professionali alla clinica Raprui contattare il centro compilando il form nel modulo contatti, oppure telefonare allo 06 37.50.10.45 o al numero verde 800-761999.






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2021 alle 11:27 sul giornale del 30 novembre 2021 - 19 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, medico, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cxwd