PMA Roma: cos’è e come fare un esame di fertilità

medico foto generica 2' di lettura Ancona 01/12/2021 - La Pma ovvero la procreazione medicalmente assistita racchiude l’insieme delle tecniche che vengono utilizzate per procreare, quando la fecondazione non avviene in maniera naturale per problematicità specifiche dei partner.

Le tecniche utilizzate sono molte e si dividono, in base al grado di complessità e di invasività in tecniche di primo, secondo e terzo livello. Quelle di primo livello sono solitamente poco complesse e poco invasive e la fecondazione avviene all’interno dell’apparato femminile di procreazione. Quelle di secondo e terzo invece sono più complesse e anche più invasive e prevedono che la fecondazione avvenga in vitro.

Dal 2014 in Italia si può anche procedere con tecniche sia omologhe che eterologhe: questo vuol dire che i gameti possono appartenere sia a persone interne alla coppia che a donatori esterni.

I trattamenti con PMA Roma hanno una probabilità di successo molto alta, ma solo se l’età dei coniugi, soprattutto della donna, non è eccessivamente avanzata.

Secondo gli studi infatti la fertilità femminile inizia a subire un arresto già intorno ai 32 anni e un declino rapido dopo i 37, fino a diventare quasi pari a zero dopo i 50 o comunque in prossimità della menopausa. Anche l’uomo può essere soggetto a infertilità, scopriamo quali sono i casi.

La clinica Raprui, leader nella PMA Roma effettua test di fertilità sia femminili che maschili

Le cause dell’infertilità femminile possono essere a disordini nell’ovulazione, a infezioni croniche o episodi che hanno compromesso il sistema, ad aderenze e ostruzioni, endometriosi, a cause riconducibili alla genetica, a malformazioni ecc. L’infertilità maschile è invece dovuta a cause congenite di tipo anatomico o genetico e acquisite, che si suddividono in cause ambientali come per esempio stress, fumo, smog, alcol, ormonali, immunologiche, vascolari ecc.

Per capire qual è il caso specifico c’è bisogno di eseguire diversi tipi di esami, per andare a individuare la causa specifica e agire con la tecnica di PMA più adatta per contrastare quel tipo di problema. Una delle cause più frequenti dell’infertilità maschile è data dal varicocele, un rigonfiamento delle vene del testicolo. Per verificare lo stato di fertilità in un uomo il primo esame che viene eseguito è lo spermiogramma, gli altri sono la spermiocoltura o i dosaggi ormonali, come avviene anche per le donne.






Questo è un articolo pubblicato il 01-12-2021 alle 11:25 sul giornale del 01 dicembre 2021 - 24 letture

In questo articolo si parla di attualità, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cxwc





logoEV
logoEV