Alla Mole l'inaugurazione della mostra “La vita dipinta di Franco Fontanella"

3' di lettura Ancona 07/12/2021 - L’essenza dell’arte di Franco Fontanella in tutte le sue espressioni si trova nell’unicità del suo punto di vista. La sua grandezza sta infatti nell’innata capacità di cogliere la bellezza disseminata nella realtà e di esaltarla attraverso le luci e le ombre della sua arte.

Mercoledì 8 dicembre alle ore 16:30 presso la Sala Vanvitelli della Mole Vanvitelliana di Ancona, verrà inaugurata “La vita dipinta di FRANCO FONTANELLA” Mostra Antologica per i 50 anni di attività dell’Artigiano dell’Arte.

L’esposizione arriva finalmente nelle marche, terra natia dell’artista, dopo l’inaugurazione a Roma, in ottobre, nella prestigiosa sede espositiva del Pio Sodalizio dei Piceni, alla presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero della Cultura Lucia Borgonzoni, del Presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli, dell’Assessore alla Cultura della Regione Marche Giorgia Latini e del prof. Vittorio Sgarbi.

Curatori della mostra sono il prof. Stefano Papetti e il prof. Gino Troli, con la partecipazione del prof. Vittorio Sgarbi e del prof. Francesco De Melis, che propone per l’occasione un’opera di video arte dedicata al gesto dell’Artista all’opera sull’affresco.

La mostra, promossa dalla Regione Marche con il patrocinio del Ministero della Cultura, ricostruisce i primi 50 anni di attività dell’artista osimano e si propone di raccontare come è nato e si è sviluppato nel tempo il suo talento attraverso l’esposizione di circa 90 dipinti e l’ausilio di diverse video installazioni.

Nelle sale espositive andrà in scena un racconto in cui immergersi che parte dagli esordi con le influenze cubiste, passa per l’amore verso l’arte del Rinascimento italiano, per la tecnica dell’affresco, per la realizzazione di copie d’autore, di decorazioni murali, fino ad arrivare alle opere ispirate alla classicità e all’iperrealismo, soprattutto nature morte e paesaggi marchigiani, con particolare predilezione per le vedute della Riviera del Conero.

Vittorio Sgarbi, durante la conferenza stampa, tra i vari passaggi del suo intervento, parla della mostra come di un ponte tra passato e presente, molto interessante dal punto di vista critico, e sottolinea che Franco Fontanella è un'artista antico che vive oggi, che cerca di capire qual è il pensiero di grandi maestri e di elaborare il proprio in dialogo con loro, con la volontà di far capire che la storia dell'arte è una sola e che tutta l'arte è contemporanea.

Nella presentazione al catalogo della mostra, così scrive il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli: “Franco Fontanella ha il merito di creare con la sua arte, anche un valore che va oltre la cultura del paesaggio e dei luoghi della nostra meravigliosa regione. Le sue opere infatti diventano veicolo di forti emozioni che creano testimonianza ed esaltano la bellezza della nostra terra. Questo è, tra i tanti meriti, quello che si è guadagnato con tanti anni di attività, una sapienza unica che imprime per sempre nelle sue opere la straordinarietà della nostra regione e che lo pone come custode in questa epoca di una bellezza infinita”.

Saranno presenti ad Ancona l'Assessore alla Cultura della Regione Marche Giorgia Latini, il Sindaco di Ancona Valeria Mancinelli e S.E. Mons. Angelo Spina, Vescovo di Ancona.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-12-2021 alle 15:49 sul giornale del 07 dicembre 2021 - 58 letture

In questo articolo si parla di cultura, attualità, artista, territorio, Peaktime, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cyE2





logoEV