Furti a Torrette, arrestato topo d'appartamento

Volante - polizia 2' di lettura Ancona 08/01/2022 - I poliziotti della questura di Ancona hanno arrestato un 23enne ritenuto responsabile di furti in appartamento a Torrette

L'arresto è stato eseguito dal personale delle volanti nel primo pomeriggio di venerdì: in manette è finito un 23enne egiziano pluripregiudicato per reati contro il patrimonio e la persona. Il giovane è ritenuto responsabile di ben tre tentativi di furto e un furto consumato in quattro appartamenti di via Tronto.

A lanciare l'allarme sono state due donne, madre e figlia, che mentre si trovavano nelle rispettive abitazioni nello stesso stabile, avevano sentito alcuni rumori provenire dalle persiane. Entrambe le donne hanno aperto le persiane e scorto un giovane allontanarsi in fretta e furia in direzione via Conca. Mentre le due donne raccontavano quanto accaduto ai poliziotti intervenuti sul posto, si è avvicinata un’altra donna che ha segnalato un furto subito nel suo appartamento, al piano terra dello stesso stabile. Appena rientrata, la donna si è resa conto che qualcuno si era introdotto in casa, in quanto il laccio che usava per tenere semiaperte le ante della persiana era stato tagliato e la zanzariera risultava tranciata, e che era stato rubato un suo orologio.

Avviate le ricerche, gli agenti hanno individuato poco dopo in via Misa un uomo che, alla vista della polizia, cercava di nascondersi dietro le auto in sosta. Fermato e perquisito, il giovane è stato trovato in possesso dell'orologio di proprietà di una delle vittime dei furti.

Nel frattempo un'altra pattuglia della polizia ha raccolto un'altra denuncia per furto avvenuta poco prima sempre in via Tronto. Pertanto il 23enne è stato arrestato in flagranza di reato e portato in questura. Sabato mattina il giudice ha convalidato l'arresto e disposto la custodia cautelare in carcere.






Questo è un articolo pubblicato il 08-01-2022 alle 15:57 sul giornale del 10 gennaio 2022 - 382 letture

In questo articolo si parla di cronaca, polizia, marco vitaloni, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cD84





logoEV