Giorno della memoria, in prefettura la consegna delle medaglie d’onore

1' di lettura Ancona 27/01/2022 - Si è svolta alla Prefettura di Ancona nella giornata di oggi, nel rispetto della normativa anti Covid-19, una cerimonia di commemorazione delle vittime dell’Olocausto.

Nella circostanza sono state consegnate le medaglie d’onore che il Presidente della Repubblica concede ai cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra e ai familiari dei deceduti, come previsto dalla legge 27 dicembre 2006, n. 296., articolo 1, commi 1271 – 1276.

Il Prefetto, dopo aver salutato le autorità civili e militari presenti, ha sottolineato l’importanza che la celebrazione della Giornata della Memoria riveste, soffermandosi sulla necessità di “non dimenticare quello che è successo, chi è morto sotto il peso di leggi inique, di una guerra non voluta, non cercata, e che poi è diventata strage, umiliazione, morte”. Durante la cerimonia sono stati proiettati alcune foto e documenti dell’epoca, che il Prefetto ha voluto definire «carte di inciampo», per riflettere in analogia alle pietre d’inciampo, sulla iniquità dello sterminio.

Sono stati poi consegnati i riconoscimenti al Signor Diego Mingarelli, nipote dell’insignito Giovanni Mingarelli, internato ad Hessen dal 8 settembre 1943 al 8 maggio 1945, al Signor Rocco Pietrini, nipote dell’insignito Gino Pietrini, internato nello Stalag XIID a Stromberg dal 9 settembre 1943 al 12 luglio 1945 e al Signor Giona Gabarrini, nipote dell’insignito Ivano Luminari, internato in Grecia dal 8 settembre 1943.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2022 alle 15:15 sul giornale del 28 gennaio 2022 - 128 letture

In questo articolo si parla di attualità, giorno della memoria, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cHP4