contatore accessi free

Spilla 2022, sarà The Tallest Man On Earth il primo artista della 15esima edizione del festival

3' di lettura Ancona 02/02/2022 - Spilla torna ad animare la città di Ancona con la sua XV edizione. Una rassegna ricca di appuntamenti live imperdibili.

Con quattordici edizioni di successo alle spalle, festival sceglie nuovamente lo splendido scenario della città dorica con le sue piazze storiche e i suoi scorci sul mare per una programmazione all’insegna della musica indipendente. Affacciata sull’Adriatico, Ancona è uno dei gioielli del centro Italia: città d'arte ricca di monumenti, con oltre duemila anni di storia, con i suoi caratteristici vicoli del centro e i monumenti che si affacciano sul porto come palchi di un teatro. Il Main Stage di Spilla è uno dei gioielli della città: la Mole Vanvitelliana, ex Lazzaretto, realizzata dal Vanvitelli nel ‘700. Il complesso monumentale, che da sempre rappresenta un importante contenitore di esposizioni d’arte e spettacoli, ospiterà le attività culturali presentate nel cartellone del festival. Con uno sguardo sempre rivolto ai nuovi talenti nazionali e internazionali, Spilla ha saputo ritagliarsi in quattordici edizioni un posto tra i più importanti festival musicali italiani.

L’intento del festival, nato nel 2007, è sempre stato quello di portare nella propria città artisti di grande prestigio affiancati ai nuovi nomi della scena indipendente nazionale e internazionale. Protagonisti delle scorse edizioni Mumford and Sons, The Lumineers, Billy Corgan, Rag’n’Bone Man, James Bay, LP, Belle & Sebastian, Passenger, Richard Ashcroft, Local Natives, Anna Calvi, Johnny Marr e tanti altri. Accanto ai grandi nomi internazionali anche Cosmo, Carl Brave, Ariete, Gazzelle e altri ancora.

Headliner dell'edizione 2022 sarà The Tallest Man On Earth, che sbarcherà alla Mole il 6 luglio 2022. Acclamato dalla critica e dal pubblico per la sua carismatica presenza scenica, Kristian Matsson, in arte The Tallest Man On Earth, fa ritorno in Italia con “I Love You. It’s A Fever Dream”. Il disco, pubblicato ad aprile 2019 via Rivers/Birds Records, è il quinto lavoro del cantautore svedese e segue “Dark Bird is Home” (2015) e “When the Bird Sees the Solid Ground”, progetto multimediale prodotto, scritto, diretto e girato dallo stesso Matsson nel corso del 2018.

Paragonato spesso a Bod Dylan per la sua abilità nel comporre i brani, combinata ad uno stile vocale unico, fatto di musica e poesia, The Tallest Man On Earth arriva in Italia con “I Love You. It’s A Fever Dream”, un album intimo e acustico e che ci riporta agli albori musicali del cantautore svedese. Il nuovo lavoro, scritto e prodotto da Matsson, è stato registrato quasi interamente nel suo appartamento a Brooklyn, New York. Pubblicato ad aprile 2019, il disco arriva a un anno dal progetto musicale di “When The Bird Sees The Solid Ground”.

A proposito dell’album racconta: "Ovviamente ci sono alcune canzoni d'amore e poi ci sono altre canzoni. Durante la realizzazione dell'album ho pensato molto allo sguardo attraverso il quale esaminiamo le nostre vite e, per qualche ragione, al fatto che le nostre peggiori tendenze sembrano sempre balzare all’occhio per prime, mentre le cose migliori possono passare inosservate. Mi sono reso conto che alcuni dei momenti più potenti e stimolanti della mia vita sono stati i più sottili”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 02-02-2022 alle 11:59 sul giornale del 03 febbraio 2022 - 133 letture

In questo articolo si parla di spettacoli, Festival Spilla, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cI70





logoEV
logoEV
logoEV
qrcode