contatore accessi free

Perseguitava la sue ex anche dopo essere stato condannato. Ora per lui domiciliari e braccialetto elettronico

2' di lettura Ancona 07/02/2022 - Non era stata sufficiente la condanna del tribunale di Ancona per atti persecutori aggravati arrivata a novembre, l'uomo aveva ripreso immediatamente a tallonare la sue ex e il nuovo ragazzo di lei, obbligando la Polizia di Stato ad intervenire nuovamente

Con l'intervento della Polizia di Stato l'incubo sembrava finito. L'uomo che non si era rassegnato alla fine della loro relazione e che perseguitava lei e il suo nuovo ragazzo era stato infatti arrestato, nel novembre del 2021 dagli uomini e le donne della Polizia di Stato e condanna dal tribunale di Ancona per atti persecutori aggravati, commessi in concorso con un complice.

In seguito il Tribunale del Riesame di Ancona accoglieva la richiesta avanzata dalla difesa, sostituendo la misura cautelare degli arresti domiciliari con quella del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese, imponendo il divieto di avvicinarsi alle abitazioni ed ai luoghi di lavoro sia della sua ex compagna che del suo nuovo compagno.

Un divieto che lo stalker non avrebbe rispettato, riprendendo la sua azione persecutoria e rendendosi responsabile di ulteriori comportamenti illeciti. Un condotta che le forze dell'Ordine non tardavano e registrare, intervenendo prontamente non appena ricevuta la nuova denuncia. La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona avanzava richiesta di idoneo adeguamento della misura cautelare a carico del principale indagato che veniva accolta dal GIP mediante ripristino degli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico.

la Polizia di Stato è da tempo vicina alle Donne vittime di violenza attraverso molteplici strumenti ed una campagna di informazione permanente “ Questo non è amore”, volta a sensibilizzarle sulla necessità di imparare a riconoscere in maniera tempestiva i segnali di un rapporto pericoloso e a non cedere all’impulso di negare la realtà per la paura di restare sole. “Se il partner ti tiene lontana dalle persone che ami, se controlla il tuo abbigliamento, se pretende di leggere le tue mail, i tuoi messaggi, di ascoltare le telefonate, se ti umilia, ti impone rapporti sessuali non voluti in quel momento, ti deride…Tutto questo non è amore”.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter





Questo è un articolo pubblicato il 07-02-2022 alle 16:18 sul giornale del 08 febbraio 2022 - 497 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cKbn





logoEV
logoEV
qrcode