contatore accessi free

Referendum eutanasia e cannabis, Candelaresi (Psi): "Inammissibile la bocciatura della Consulta"

1' di lettura Ancona 17/02/2022 - Il segretario provinciale della provincia di Ancona del PSI Cristiano Candelaresi esprime a nome di tutti i socialisti l’indignazione per la bocciatura dei referendum sull’eutanasia e sulla cannabis.

“In Italia siamo decenni indietro su questioni come l’eutanasia e la liberalizzazione della cannabis, in altri paesi questioni basilari come queste sono già state risolte da tempo mentre noi siamo sempre preda di una mentalità arretrata per cui sembra che non si debba mai muovere niente. Vista l’immobilità del Parlamento e il grande numero di firme raccolte si è persa un’altra occasione per risolvere questioni della vita dei cittadini. Penso in particolare all’eutanasia e a come si sta lucrando politicamente su delle sofferenze che tra l’altro potrebbero riguardare ognuno di noi.

Sorprende come sempre il Partito Democratico che non ha mai fatto chiarezza su questioni fondamentali come l’eutanasia e la liberalizzazione della cannabis, per poi montare sul carro degli indignati a cose fatte. Noi socialisti abbiamo sostenuto i referendum sin dalla raccolta delle firme e io stesso e il precedente segretario provinciale Marco Canonico siamo stati tra i referenti per le Marche per i referendum. Ad ogni modo continueremo ancora più convinti a sostenere queste battaglie".


Da Cristiano Candelaresi - Segretario Provinciale Ancona PSI





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-02-2022 alle 17:28 sul giornale del 18 febbraio 2022 - 238 letture

In questo articolo si parla di referendum, politica, psi, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/cMq0





logoEV
logoEV
qrcode