contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Oneri di urbanizzazione, i maggiori introiti destinati a manutenzione di parchi e scuole

1' di lettura
184

Saranno destinati alla manutenzione di tutta la città (verde pubblico, parchi, scuole, decoro urbano) gli introiti derivanti dagli oneri di urbanizzazione che tornano in vigore dopo gli sconti riconosciuti al settore nel pieno dell’emergenza covid e grazie, finalmente, alla forte spinta del settore determinata dalle politiche nazionali

E' questa la volontà della Giunta e della maggioranza consiliare che ha approfondito la tematica. L’Amministrazione Comunale, con delibera di Consiglio Comunale n. 66 del 29/06/2020, aveva ridotto gli oneri di urbanizzazione al fine di fronteggiare l’emergenza generata dalla pandemia da Covid che è andata ad aggravare ulteriormente la crisi del settore edilizio. Questi sconti accordati al mondo delle costruzioni, unito alla sensibile diminuzione del numero delle pratiche, hanno determinato nel 2020 un minor gettito che nel corso del 2021 è ritornato ai livelli precedenti, indice di una generale ripresa dell’attività edilizia. In virtù della ripresa del settore edilizio vengono meno quelle motivazioni nel mantenere tali agevolazioni per cui si è deciso di prevedere un rientro graduale delle agevolazioni introdotte nel 2020 riducendo della metà gli sconti accordati per l’anno 2022 per riportarli ai livelli pre-covid nel 2023.

E’ importante sottolineare che la riduzione delle agevolazioni tariffarie degli oneri di urbanizzazione riguardavano specialmente interventi di ristrutturazione edilizia e cambi di destinazione d’uso e che non hanno quindi inciso negli interventi puntuali di ordinaria e straordinaria manutenzione di singoli appartamenti. Infine, si conferma il rinvio di un ulteriore anno dell’adeguamento automatico al terzo step dell’incidenza parametrica al metro cubo di costruzione delle opere di urbanizzazione primarie e secondarie così come operato a partire dal 2014.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-02-2022 alle 16:43 sul giornale del 19 febbraio 2022 - 184 letture