Bando borghi del PNRR, il Comune di Sirolo avvia l'acquisto del Teatro alle Cave

teatro cortesi sirolo 3' di lettura Ancona 17/03/2022 - Il Comune di Sirolo, dopo aver vinto il primo bando del PNRR, ottenendo 250.000 euro per la riqualificazione antisismica della Scuola secondaria Renaldini, partecipa all’avviso pubblico del Ministero della Cultura per la rigenerazione culturale e sociale dei piccoli borghi storici.

La partecipazione al bando, appartenente alla Missione 1, componente 3, misura 2 del PNRR, finanziata dall’Unione Europea nell’ambito della Next Generation EU, si è concretizzata col progetto “Sirolo Teatro sul Mare” con cui s’intende promuovere l'identità del borgo storico facendo leva sulla sua unicità e sulla qualità del proprio patrimonio storico-culturale e paesaggistico, intervenendo in maniera sostanziale per la creazione di un sistema integrato che includa i beni culturali, storici, archeologici e le valenze ambientali e paesaggistiche. Ciò consente di aumentare l’attrattività del borgo storico non solo per la comunità locale - che nel borgo vi abita - ma anche con il fine di rendere il borgo stesso più “spendibile” nei mercati nazionali e internazionali.

La strategia progettuale prende le mosse dall’idea di concepire il borgo come un palcoscenico a cielo aperto in cui sperimentare un concetto innovativo di teatro diffuso, ove modernità e tradizioni così come eventi e formazione coesistono contaminandosi, in un’ottica di sviluppo e rigenerazione urbana sostenibile e replicabile. In tale ottica la formula tradizionale “il pubblico va al teatro” si capovolge e diventa “il teatro va al pubblico”: i luoghi quotidiani del borgo (piazze, strade, palazzi, monumenti ecc.) e delle aree circostanti (in primis l’area protetta del Parco regionale del Conero) trasformati in spazi per eventi, mostre, residenze d’artista laboratori e workshop, si aprono ad un pubblico eterogeneo per provenienza, età e cultura.

È un baratto culturale attraverso il quale il borgo storico di Sirolo riscopre la sua identità originaria, laddove gli spazi comuni tornano ad essere vissuti come luoghi di incontro, di scambio e di emozione. Ma il palcoscenico teatrale così concepito non è dato solo dagli spazi del borgo bensì anche dalle bellezze naturalistiche che fanno di Sirolo una meta potenzialmente unica nel suo genere. Quindi l’obiettivo è quello di una rivitalizzazione socio-culturale, creando come principale risultato atteso quello di valorizzare la proposta culturale sirolese attraverso un approccio integrato e assolutamente organico, in grado di potenziare l’offerta culturale sia per la comunità locale sia per quella turistica, andando allo stesso tempo a supportare e migliorare le politiche di ricettività e accessibilità ai luoghi della cultura e mettendo in connessione e valorizzando due asset culturali importanti come il Teatro Cortesi e il Teatro Naturale Le Cave, entrambi fulcro della produzione culturale e dell’animazione sociale del Borgo di Sirolo.

Il progetto è stato realizzato e coordinato dalla società di servizi Eurocube di Jesi, mediante un percorso partecipato di condivisione degli intenti culturali e della strategia del Comune di Sirolo da parte di tutti gli stakeholder interessati. Le proposte degli stakeholder raccolte e inserite nella strategia, sono state formalizzate negli accordi di partenariato sottoscritti con il Comune, che, da parte sua, ha proceduto per la prima volta all’acquisizione del Teatro Alle Cave mediante l’affitto triennale con l’opzione rent to buy, cioè il costo dell’affitto sarà scalato dal prezzo finale dell’eventuale acquisto, già fissato in 135.000 euro per 12 ettari di cava, pascoli e boschi circostanti, diventando il più grande palcoscenico teatrale naturale d’Italia. Il bando prevede il contributo di 1.550.000 euro, a copertura del 100% delle spese preventivate.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-03-2022 alle 16:24 sul giornale del 18 marzo 2022 - 144 letture

In questo articolo si parla di attualità, Teatro alle Cave, Comune di Sirolo, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cSXK





logoEV