contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Sabato sera la rissa al porto, scatta la chiusura del bar per 10 giorni

1' di lettura
866

Dopo la violenta rissa di sabato sera al porto, il questore di Ancona ha disposto la chiusura per 10 giorni del “Bar A Onda”

Stamane il personale della squadra amministrativa della Questura di Ancona ha posto i sigilli al “Bar A Onda”, il locale del porto dove sabato sera era avvenuta la violenta rissa finita con un 30enne all'ospedale. L'aggressore, un 20enne sudamericano, è stato arrestato per il reato di lesioni gravi.

Secondo quanto ricostruito dai poliziotti della Questura, tutto era nato nel dehor esterno del locale, dove i due ragazzi stavano trascorrendo la serata assieme. In preda ai fumi dell'alcol, i due avevano dato vita ad una furiosa lite per futili motivi con pugni e calci che era proseguita in strada a pochi metri dal locale. Il più giovane aveva ripetutamente colpito al volto il 30enne, procurandogli gravi lesioni e fratture. Trasportato all'ospedale di Torrette, la vittima era stata ricoverata inizialmente in in prognosi riservata, poi sciolta con una previsione di 40 giorni.

Sottoposto all'alcol-test al pronto soccorso, l'aggressore presentava un tasso alcolemico pari a ben 2.90 mg/l ed era risultato positivo anche ai cannabinoidi. Per lui erano quindi scattate le manette. Questo, assieme alle testimonianze raccolte, hanno fatto presumere che il giovane abbia assunto alcolici nel locale quando era già in stato di ebbrezza.

Il Questore di Ancona ha ritenuto che i fatti siano avvenuti anche in relazione ad un assoluta mancanza di controllo da parte della titolare del locale, peraltro assente in quei momenti. Per questo il Questore Capocasa ha firmato il provvedimento che dispone la chiusura del locale per 10 giorni.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter


Questo è un articolo pubblicato il 22-03-2022 alle 12:19 sul giornale del 23 marzo 2022 - 866 letture






qrcode