Le Marche alla Bit con l’apertura ai treni storici della tratta Ancona-Fabriano-Pergola

4' di lettura Ancona 10/04/2022 - Alla Bit di Milano la Regione Marche ha presentato l’offerta turistica legata alla riapertura ai treni storici della tratta Ancona-Fabriano-Pergola. Dopo il successo della scorsa edizione, con tre corse andate in sold out che hanno svelato un territorio ricco di bellezze paesaggistiche, artistiche, culturali ed enogastronomiche, tanto da meritarsi l’attenzione del network Tv americano CNN, il “Viaggio romantico nel tempo” nella Subappenina Italica verrà riproposto anche nel 2022.

A Milano l’iniziativa ha avuto un testimonial d’eccezione: il ministro del Turismo Massimo Garavaglia, in visita allo stand istituzionale delle Marche, ha avuto parole di apprezzamento per quanto proposta dalla Regione in collaborazione con Fondazione Ferrovie Italiane: “Questa iniziativa mi solletica molto, perché i treni storici sono l’emblema di un nuovo Turismo, l’esempio perfetto di come si possa valorizzare il nostro paesaggio e le nostre bellezze. Il treno storico è un modo ottimale per godere una vacanza perché è il contrario di come identifichiamo comunemente un treno, contraddistinto per lo più dalla fretta. Qui invece vuoi che il viaggio duri tanto, puoi respirare i paesaggi dal finestrino, fermarti a mangiare le tipicità gastronomiche, visitare i posti e risalire. Insomma davvero un nuovo modello di turismo”.

L’assessore regionale alle Infrastrutture Francesco Baldelli ha parlato di “un viaggio romantico nel tempo”, nella storia, nei colori e nei sapori delle Marche, “una proposta innovativa da gustare in diverse forme e vari periodi dell’anno, frutto di una visione strategica che unisce costa ed entroterra. Questa finestra sul mondo è in grado di offrire l’opportunità a turisti, famiglie e studenti in gita scolastica, di immergersi in bellezze naturalistiche, storiche e culturali semisconosciute che si aprono alle spalle del capoluogo regionale e delle nostre spiagge. Venti viaggi tematici che viaggiano lungo un tracciato ferroviario punteggiato da centri abitati e paesaggi dal grande fascino tra la provincia di Ancona e quella di Pesaro e Urbino. È un treno che idealmente rappresenta tutte le Marche, perché questa iniziativa, a fini turistici, apre a interessanti prospettive dal punto di vista commerciale, e desidera essere un tassello fondamentale per l’anello ferroviario delle Marche, con l’obiettivo di coinvolgere progressivamente tutte le province della nostra regione”.

Soffermandosi sulla seconda edizione, Baldelli ha parlato di “una edizione trainata dal successo popolare della prima, realizzata in tempi record, quando insieme alla Fondazione Ferrovie italiane abbiamo riaperto una tratta sospesa al traffico commerciale e dedicata al Turismo ottenendo un sold out inaspettato. Proprio due giorni fa in Regione abbiamo presentato il calendario 2022, e in un solo giorno si è registrato il tutto esaurito nei primi treni. È il segno tangibile di come le Marche hanno cambiato passo nel promuoversi e nel far conoscere luoghi che erano sconosciuti ai più. A volte anche agli stessi marchigiani. Le Marche si stanno aprendo all’Europa e al mondo con iniziative che, anche la CNN, da oltreoceano, ha riconosciuto come una delle migliori iniziative d’Europa”. Il programma 2022 del Treno Storico Ancona-Fabriano-Pergola prevede un menu per tutti i gusti: si va dalle corse a fini didattici, ideali per scolaresche in gita, a quelle prettamente turistiche dedicate alla scoperta di luoghi storici, tra spiritualità e leggende, antichità romane e tradizioni artigianali; dai treni dedicati al principe delle specialità locali, il tartufo e le sue fiere dedicate, fino ai viaggi di svago aperti a tutti, ciclisti compresi, come il treno di Halloween, quello in notturna a “mirar le stelle” nella notte di San Lorenzo, e il Christmas Rail dei mercatini di Natale, grazie alla partnership con Bolzano, territorio leader nel settore, e il sistema delle Pro Loco delle Marche.

Non mancheranno viaggi con esperienze interattive e culturali di grande valore, come le visite guidate ai musei della carta a Fabriano, delle miniere di Cabernardi a Sassoferrato e dei Bronzi Dorati a Pergola, insieme alle visite nelle aree archeologiche di Sentinum, al Monastero di San Silvestro a Fabriano e quello di Fonte Avellana. Previste anche corse che consentiranno a turisti di trascorre un intero weekend pernottando nel cuore delle Marche, una due giorni immersiva durante la quale potranno assaporare l’esperienza di un viaggio in treno ricco di tappe e visite di elevato valore storico ed artistico. Una corsa, infine, ospiterà studenti Erasmus che partecipano al progetto europeo “Rail to Land” coordinato dall’Università Politecnica delle Marche, un’iniziativa che prevede la presenza di una carrozza espositiva multimediale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-04-2022 alle 20:13 sul giornale del 11 aprile 2022 - 155 letture

In questo articolo si parla di attualità, regione marche, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cZdk





logoEV
logoEV