contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Dopo anni trova il coraggio di denunciare le violenze fisiche e psicologiche del marito. Allontanato da casa dalla Polizia

1' di lettura
752

Durante uno dei numerosi e violenti litigi, l’uomo spintonava la moglie, facendola cadere per le scale interne alla loro abitazione, avventandosi successivamente sul suo corpo per immobilizzarla e picchiarla

Era il personale della Polizia di stato di Ancona a raccogliera la formale querela nei confronti dell’autore di maltrattamenti in famiglia, un cittadino italiano, oggi 45 enne. I fatti denunciati risalgono nel tempo, a partire dall’inizio del loro rapporto coniugale e descrivono come durante i continui litigi, il destinatario attuale della misura cautelare era solito insultare la propria moglie con parole offensive, minacciandola di essere lasciata da sola con la figlia, facendola trovare in difficoltà economiche.

La vittima, una cittadina italiana, raccontava di essere diventata nel tempo, succube del proprio marito, che non esitava ad inveire contro di lei anche alla presenza della propria figlia minore. In particolare, durante uno dei numerosi e violenti litigi, l’uomo spintonava la moglie, facendola cadere per le scale interne alla loro abitazione, avventandosi successivamente sul suo corpo per immobilizzarla e picchiarla. Nella circostanza la donna veniva gravemente minacciata ed indotta a non ricorrere alle cure sanitarie nonché a denunciare l’accaduto alle forze dell’ordine.

I gravi episodi si sono ripetuti costantemente nella vita coniugale della donna, che presa dalla disperazione, ha trovato il coraggio di denunciare quanto patito. L’attività investigativa condotta dai poliziotti della Questura, permetteva di ricostruire i fatti denunciati, nonché di deferire l’autore alla Procura della Repubblica di Ancona per il reato di maltrattamenti in famiglia.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter


Questo è un articolo pubblicato il 27-04-2022 alle 13:30 sul giornale del 28 aprile 2022 - 752 letture






qrcode