Le opere di Ferdinando Frenguelli in mostra alla Galleria d'arte Puccini

3' di lettura Ancona 04/05/2022 - Sabato 7 maggio alle ore 17.30 alla Galleria d'arte Puccini di Via Matteotti n.31/A l'inaugurazione della mostra "Rapsodia Visiva - Opere di Ferdinando Franguelli" a cura di Federica Facchini

La Galleria d'Arte Puccini ospita la mostra "Rapsodia Visiva - opere di Ferdinando Franguelli" a cura di Federica Facchini. Dal dal 7 al 21 maggio 2022. Orario: dal mercoledì al sabato, 17.00 - 19.30. Inaugurazione: sabato 7 maggio ore 17.30.

“La pittura di Ferdinando Franguelli privilegia un momento di libertà, gioca con l’immaginazione creativa e la leggerezza, suggerisce uno sguardo disincantato sul mondo. Ad un certo momento […], una profonda curiosità per le arti espressive, lo ha portato ad interessarsi da autodidatta all’arte visiva e in particolar modo alla pittura. Inizia a dipingere dai primissimi anni Novanta […] con colori acrilici o a olio e come supporto usa carta, a volte anche riciclata, cartone, tela, poliestere e carta litografica. La sua è una pennellata forte, veloce, gestuale, istintiva; la tavolozza è ricca di tonalità pure che ricordano non poco correnti o protagonisti dell’Arte di cui subisce notevolmente il fascino e la passione ribelle. I suoi quadri sono spesso composizioni astratte dalle figure vagamente antropomorfe e dai colori vividi che colpiscono l’attenzione […].

Inizia con il figurativo, dando origine ad una prima stagione polimaterica, in cui il tema dominante era quello della donna-odalisca che rivela echi di Salvatore Fiume, di Ingres, ma anche Balthus, tra i suoi artisti preferiti. Inizia a utilizzare supporti più diversi cartoncino, manifesti, carte riciclate dagli ambiti più disparati, che oggi nel retro dei dipinti, manifestano la loro provenienza alternativa […]. Molte di queste figure femminili appaiono silenziose, assorte e meditative nei loro silenzi, come fossero portatrici di misteri. Somigliano a guerriere, valchirie, custodi di qualcosa che non è dato conoscere; sedute su troni, indossano corpetti simili ad armature o a costumi che rivelano un ruolo. […] Figure metafisiche a volte senza volto, dove la resa corporea è caratterizzata da scarni volumi; c’è sintesi nella forma e nei modellati plastici di queste figure che però si arricchiscono di particolari elementi decorativi negli abiti, nella cornice o negli inserimenti a collage di dettagli o addirittura parole […]. Da lì, una seconda stagione predilige la natura morta. Qui i colori si fanno più freddi e vivaci. Osservando certi vasi di fiori il pensiero va a Matisse. Franguelli inizia a usarli con una grande forza espressiva; il colore diventa protagonista indiscusso della tela, non realistico, serve a esprimere le sensazioni dell’artista. Anche qui le cromie nascono da un sentimento interiore e non vi è diretto riferimento alla realtà. Felici e improbabili accostamenti di colori primari stesi con forza vitale e senza sfumature - netti, intensi […].

Successivamente l’astratto diviene lentamente il terreno dove amerà maggiormente sperimentare. Spatolate di colore invadono le sue tele, i tratti a volte marcati, a volte più lievi prendono corpo lasciando uscire ogni tipo di coinvolgimento, emozione e sentire. Il definito, lascia spazio all’indefinito. C’è il dripping, il creare l’immagine tramite una gestualità improvvisa, non studiata, fatta di gocciolature o spruzzando direttamente il colore sul foglio o sulla tela. Nei lavori astratti la pittura, da materica che era nelle fasi precedenti, si fa pellicolare perché priva di profondità, in un all over che sembra volersi dilatare oltre i bordi del quadro per deflagrare nell’ambiente circostante e diffondere una certa joy de vivre. Sì perché quella di Franguelli è una pittura solare, allegra e mai drammatica.” Federica Facchini, Rapsodia Visiva, catalogo della mostra.


da Amia - Associazione Marchigiana Iniziative Artistiche
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2022 alle 11:51 sul giornale del 05 maggio 2022 - 136 letture

In questo articolo si parla di cultura, Associazione Culturale Galleria Puccini, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c5zP





logoEV
logoEV