Pagamenti online: quali sono i circuiti più sicuri in Italia?

4' di lettura Ancona 08/06/2022 - Pagare online: una necessità sempre più diffusa, dato lo sviluppo sempre più imponente dei servizi digitali e delle transazioni che passano per la rete. Dato questo bisogno, era solo una questione di tempo prima che emergessero varie modalità di pagamento, ciascuna delle quali pronta a garantire le caratteristiche più desiderate dagli utenti: sicurezza, rapidità e affidabilità.

Le carte prepagate e Paysafecard

Non servono presentazioni a PostePay, una delle carte più scelte dagli italiani, dalle ridotte spese di commissione ma dalle possibilità di utilizzo limitate, geograficamente parlando, alla sola Italia.

Il microcosmo delle carte prepagate è, però, in netta espansione, grazie soprattutto all’avvento di Paysafecard, che negli ultimi tempi si è imposta nel settore: offre tutte le caratteristiche di una prepagata ed è disponibile sul mercato in vari tagli: da 10, 25, 50, fino a 100 euro, per una grande versatilità di applicazioni.

La somma presente sulla carta può essere subito utilizzata, senza bisogno di registrazioni e di inserimento dei propri dati personali: questa garanzia di anonimato rende Paysafecard, PostePay e le carte prepagate più in generale, degli ottimi strumenti per portali come casinomonkey, su cui di solito si preferisce ridurre al minimo la quantità di dati offerti e dove si desidera operare nella più assoluta sicurezza e rapidità.

Al contrario, se si desidera prelevare la somma rimasta sulla propria Paysafecard, sarà necessario registrarsi sul portale collegato alla carta. La procedura è sicura e soprattutto intuitiva, perché richiede soltanto la scelta di un username e di una password, cui associare la carta prepagata. In seguito, sarà possibile prelevare quanto desiderato dal fondo rimasto, anche se la procedura può durare fino a 6 giorni, dimostrandosi non particolarmente veloce.

Gli e-wallet e Paypal

Figli diretti della necessità di effettuare transazioni online, i portafogli elettronici sono il frutto della più moderna digitalizzazione. Anche in questo caso, un nome si impone sugli altri, per rapidità e affidabilità dei servizi offerti: Paypal. La sicurezza garantita da questo e-wallet è bilanciata dalla rapidità di deposito e prelievo, che in entrambi i casi possono avvenire nell’arco di 24 ore, segnando un grande vantaggio anche nei confronti delle carte prepagate. Inoltre, la totale assenza di spese di commissione, a differenza di altre forme di pagamento, rende questo particolare portafoglio elettronico perfetto per una grandissima varietà, se non per la totalità, di pagamenti.

Va comunque sottolineata la presenza di altri e-wallet, diretti concorrenti di Paypal e capaci di distinguersi per alcuni servizi particolarmente vantaggiosi. Neteller, ad esempio: sottoscrivere un abbonamento VIP con questo e-wallet permette di usufruire di un servizio di assistenza tra i migliori reperibili sul mercato dei circuiti di pagamento. Al contrario, Skrill spicca perché vuole competere apertamente con gli altri portafogli elettronici per versatilità e affidabilità, mantenendo allo stesso tempo basse le spese di commissione.

I bonifici bancari

Una delle opzioni più classiche e sicure tra i metodi di pagamento disponibili. Nonostante i massimali siano molto alti, in qualsiasi senso si muovano le transazioni, il bonifico è purtroppo caratterizzato da tempi più lunghi della media. In base poi alla banca cui si è affiliati, anche le spese di commissione potrebbero risultare particolarmente alte, rispetto alla media dei concorrenti disponibili sul mercato.

Le carte di credito

Un ottimo compromesso tra rapidità e sicurezza, a spese di commissione contenute, è rappresentato dall’utilizzo delle carte di credito. Anche in questo caso, il mercato è ricco di opzioni tra cui scegliere, anche se non mancano gli elementi cui prestare particolare attenzione.

Le carte appartenenti ai due circuiti di punta del settore, ossia Visa e Mastercard, non hanno limitazione geografica, dimostrandosi versatili tanto quanto le carte di debito e distinguendosi nettamente in materia di sicurezza. Resta qui valido il problema dei massimali, ma le spese di commissione nella media, così come i limitati tempi di attesa per accrediti e addebiti, rendono questi circuiti di pagamento tra i preferiti della stragrande maggioranza degli utenti.






Questo è un articolo pubblicato il 08-06-2022 alle 22:52 sul giornale del 08 giugno 2022 - 17 letture

In questo articolo si parla di economia, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dajr


logoEV
logoEV