contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Lo stalker non si rassegna alla fine della relazione e va a scuola del figlio della ex per carpire il nuovo indirizzo

2' di lettura
313

La scuola insospettita avvisava la donna che denunciava il fatto alla Polizia. Dalla Questura partito l'“Ammonimento del Questore”, è il nono dall'inizio dell'anno

Ancora un ammonimento per stalking, firmato dal Questore Capocasa, su istruttoria della Divisione Anticrimine, che viene notificato dai Poliziotti- in queste ore- ad un 60enne originario della provincia di Ancona.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto l’uomo, non accettando la fine della relazione con una donna 55enne, ha posto in essere in essere una serie di condotte moleste e persecutorie, volte a farla desistere dalla decisione di chiudere la storia d’amore e ricondurla a sé. In particolare, nel tentativo di carpire informazioni e notizie circa la nuova vita della ex compagna, ha contattato conoscenti della stessa, spingendosi fino a chiederne il nuovo recapito telefonico alla scuola frequentata dal figlio della donna, che ha giustamente avvisato l’interessata. Non solo, ma dalla fine del rapporto affettivo, non ha mai smesso di inviare mail all’indirizzo di posta elettronica della stessa, ponendo la donna in uno stato di prostrazione ed ansia.

Il continuo perdurare di queste condotte ha indotto la vittima dello stalker a rivolgersi alle forze dell’ordine per ottenere un provvedimento di cessazione delle condotte ossessive. Al termine dell’attività istruttoria, il Questore di Ancona, dr. Cesare Capocasa, ha emesso il provvedimento dell’ Ammonimento, intimando allo stalker di interrompere ogni tipo di contatto e condotta lesiva. La misura di prevenzione nota come “Ammonimento del Questore”, costituisce un efficace deterrente volto a contrastare il fenomeno dello stalking prima che degeneri e si concretizzi in azioni aggressive, sia di tipo fisico che di tipo psicologico.

Nel corso dei primi mesi del 2022 sono già 9 gli Ammonimenti emessi dal Questore di Ancona, su istruttoria della Divisione Anticrimine diretta dal Vice Questore dr.ssa Marina Pepe, per contrastare la violenza di genere e porre freno a condotte moleste e persecutorie, prima che travalichino in fatti reato più gravi.

Si rammenta che, come pure viene esplicitamente comunicato al destinatario della misura all’atto della notifica, qualora un soggetto già ammonito continui a vessare la parte lesa, la condotta diventa perseguibile dall’Ufficio di Polizia, senza che occorra una specifica querela della vittima.

Per questo motivo la Polizia di Stato, da sempre presente accanto alle Donne, ricorda alle stesse che è possibile rompere la catena dei soprusi, della limitazione della libertà individuale, della sopraffazione psicologica, semplicemente chiedendo aiuto.

Il Questore di Ancona: “ Esserci Sempre” è anche rispondere in maniera efficace alle istanze rivolte alle forze dell’ordine, come nel caso dello Stalking, interrompendo le pressanti richieste di chi accetta la fine di una relazione o il diniego di un rapporto, affinché ciascuna Donna possa avere il diritto di essere Libera e di sentirsi Se’ Stessa senza condizionamenti o limitazioni”.



Questo è un articolo pubblicato il 10-06-2022 alle 18:14 sul giornale del 11 giugno 2022 - 313 letture






qrcode